Tempo di lettura: 3 minuti

Come saranno i viaggi del futuro? Ma soprattutto, come saranno i viaggiatori dell’epoca post-Covid? Una risposta mette d’accordo proprio tutti: più responsabili, più sostenibili. Più attenti all’ambiente e alle conseguenze del proprio passaggio sui territori e sulle persone che li abitano stabilmente.

Sì, ma cosa significa essere un viaggiatore responsabile? E da dove si comincia?

Semplice: “viaggio responsabile” è un termine utilizzato quando si fa riferimento al comportamento dei singoli viaggiatori che aspirano ad agire e fare delle scelte secondo pratiche di turismo sostenibile.

Cominciare è più facile di quello che pensi: noi ti suggeriamo cinque semplici passi da compiere in questi mesi, mentre sogni, progetti, prepari i tuoi viaggi futuri.

Inoltre, venerdì 26 marzo si celebra “M’illumino di meno”,  la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata dalla trasmissione di Radio 2 “Caterpillar”: una bella occasione per ragionare sulle nostre abitudini quotidiane e sul modo in cui consideriamo e utilizziamo l’energia, un primo spunto per modificare le nostre abitudini 365 giorni l’anno.

1) Fai più ricerche possibili prima di partire

Più conosci la tua destinazione prima di arrivare, più scoprirai dettagli particolari ed insoliti una volta arrivato. Immergiti nella storia, nella cultura, nell’ambiente naturale, nei costumi e nelle tradizioni della tua destinazione.

Chiedi al tour operator a cui scegli di affidare il tuo viaggio informazioni sulle strutture in cui pernotterai e sul loro impegno nel risparmio dell’energia e difesa dell’ambiente.

2) Impara qualche parola nella lingua locale

Se stai progettando un viaggio all’estero, impara alcune parole nella lingua locale. Fare uno sforzo per parlare la lingua locale ti consentirà di interagire con le persone.

Non preoccuparti di sbagliare, la gente del posto apprezzerà i tuoi sforzi e il tuo interesse per l’apprendimento.

Anche parole semplici come “Ciao”, “Per favore” e “Grazie” possono fare la differenza.

Viaggi in Italia? Impara qualche parola nel dialetto locale!

3) Viaggia leggero!

Si è sempre tentati di mettere in valigia tutto ciò di cui si pensa di aver bisogno, ma fermati e pensa quali siano le tue vere necessità in viaggio.

Ricordati di inserire articoli da toilette ecologici, come spazzolino di bamboo, dentifricio (ne esistono anche in capsule, in commercio, ottime per evitare la plastica della confezione) e creme naturali in contenitori riutilizzabili.

Non dimenticare una borraccia riutilizzabile – una scelta conveniente per te e per il pianeta.

4) Occhio agli spostamenti

Pianifica i tuoi spostamenti con saggezza. Ricorda che viaggiare influisce sull’ambiente. Ove possibile, cerca di ridurre al minimo l’inquinamento e il tuo impatto utilizzando trasporti a basso inquinamento (come il treno) e compensando le tue emissioni di carbonio.

In tutti i viaggi di Sloways ti diamo informazioni dettagliate di come raggiungere e partire dal tuo viaggio usando i mezzi pubblici.

Scegliendo un viaggio attivo, a piedi o in bici, compi già una scelta sostenibile: sono due modalità a basso impatto, che valorizzano la lentezza e lasciano tracce leggere sul territorio, oltre a contribuire al tuo benessere fisico.

5) Richiedi una certificazione di sostenibilità

Affidati ad operatori turistici che abbiano una politica scritta che mostri il loro impegno nella sostenibilità. Si tratta di un approccio olistico che riguarda sia l’ambiente che gli aspetti culturali, sociali ed economici sia della gestione dell’ufficio che dell’organizzazione dei viaggi. La migliore prova che un’impresa segua una vasta gamma di pratiche sostenibili è se riceve una certificazione da un ente riconosciuto.

Noi abbiamo aderito al programma Travelife e quasi completato la fase di reporting. È emerso che – per la tipologia specifica di turismo che promuoviamo e per la nostra organizzazione e filosofia interne – siamo un’azienda con buone pratiche sostenibili già implementate.

Ma possiamo e vogliamo fare ancora meglio, e abbiamo stilato un piano di azione che ci permetterà di migliorarci ancora di più.