Tempo di lettura: 5 minuti

Una ventina di posizioni aperte, i colloqui per Next Heroes saranno fissati senza che i candidati dichiarino età, genere e provenienza. Il Ceo, Bassel Bakdounes: “Siamo contrari ad ogni discriminazione, persino le foto possono indurre in errori nella selezione”. Al via anche l’Erasmus in azienda: i dipendenti cambiano ufficio e si occupano di quello che fanno i colleghi. Welfare, il caso della manager della felicità.

Il Covid ha rivoluzionato il mondo del lavoro e Velvet Media, agenzia di marketing e vendita online veneta da 150 dipendenti, ha deciso di cambiare i paradigmi coi quali sceglie il proprio personale. Da oggi, chi si vuole candidare per lavorare all’hub di Next Heroes deve presentare un curriculum vitae privo di foto e riferimenti ad età, genere o luogo provenienza: vengono analizzate solo le esperienze lavorative e la formazione scolastica.
Ma Velvet Media non è a caccia di cervelli solo per Next Heroes: l’agenzia oggi sta gestendo una ventina di nuove posizioni tra amministrativi, commerciali, marketing manager, social media specialist ed esperti di linguaggio seo e Google AdSense.
“Indubbiamente in un curriculum foto, età e genere possono causare scelte sbagliate. Noi invece siamo fermamente contrari a ogni tipo di discriminazione, anche velata”, dichiara Bassel Bakdounes, Ceo di Velvet Media. “Ho contato una dozzina di nazionalità diverse tra chi lavora da noi: qui c’è solo pura e semplice meritocrazia. Ma non ci bastava, per questo abbiamo attivato il progetto dei curriculum anonimi. Serve un occhio tecnico e neutrale, abbiamo bisogno dei migliori cervelli in circolazione: non sono certo l’età, la provenienza o il genere a far la differenza. Non a caso, più di metà delle dipendenti sono donne e molte di loro hanno ruoli apicali dentro l’azienda, anche nel board”.
Un’esperienza simile è stata provata in Finlandia, la municipalità di Helsinki ha infatti lanciato con successo un programma pilota: i responsabili HR prima di convocare i candidati vedono solo un elenco di competenze e un codice identificativo a quattro cifre. I recruiter hanno apprezzato l’iniziativa: al colloquio si evitano discriminazioni (anche inconsce, magari dovute ad un eloquio particolarmente brillante). Non basta: la piattaforma di ricerca lavoro per il settore pubblico Kuntarekry ha di recente attivato una sezione dedicata ai curriculum anonimi.
La seconda novità, che presto sarà resa operativa in Velvet Media, è il progetto “In your shoes”. È una sorta di “Erasmus in azienda”, lo spiega il responsabile delle risorse umane, Stefano Negroni. “L’idea è quella di far cambiare ufficio una volta la settimana, per permettere a tutti di vedere come si lavora nell’altra parte del mondo”, dice. “Ci sono settori come il copywriting e la seo che sono affini, provare a camminare per un giorno nelle scarpe altrui è formativo per sé stessi e migliora i rapporti tra colleghi”.
La doppia rivoluzione arriva in un’azienda, Velvet Media, da sempre molto attenta al welfare. Oggi nel nuovo headquarter di duemila metri quadri, a Castelfranco Veneto, nel Trevigiano, ci sono una zona mensa e un’area con videogames anni Ottanta; alcuni dipendenti si muovono in skateboard tra gli uffici o portano i loro cani. Prima del Covid, erano operative una volta a settimana sessioni di fisioterapia personalizzata; oggi è stata realizzata una palestra aperta dal mattino a sera. Non solo: nell’organigramma c’è anche la manager della felicità, una professionista che cerca di creare il clima più sereno possibile in azienda. La formazione è una costante, grazie al contributo di figure di spicco come Sebastiano Zanolli e Cristiano Ottavian. Infine, a disposizione di tutti una biblioteca con gli ultimi libri non solo di marketing e comunicazione ma anche di business, leadership e cultura aziendale.
VELVET MEDIA – scheda aziendale
Marketing management, vendita online e new media: sono questi gli ambiti nei quali l’agenzia di Castelfranco Veneto (nel Trevigiano) è ai vertici nazionali. Nata come casa editrice nel 2013, specializzatasi prima in couponing e poi come editore del sito internet Storie di Eccellenza e del magazine Genius, oggi Velvet è una holding che gestisce il marketing in outsourcing per conto di oltre mille aziende del Nord Italia grazie ad un organico di circa 150 persone in continua espansione. Per questo è stata premiata come una delle aziende col tasso più alto di crescita in Europa dal Financial Times. Il core business è il coordinamento della comunicazione aziendale a tutti i livelli e la gestione della vendita online: dalla grafica ai video, dal posizionamento del brand allo sviluppo di siti di e-commerce, dalla gestione dei marketplace fino alla lead generation. Attorno alla galassia Velvet sono nate alcune divisioni parallele, che hanno sviluppato specializzazioni nel mondo dello sport (Velvet Sport), della moda (Velvet Fashion) e dell’internazionalizzazione con focus in particolare sulla Cina (Velvet International). Con sedi negli Stati Uniti a Denver, in Thailandia a Bangkok e negli Emirati Arabi a Dubai, Velvet è il partner ideale per qualunque azienda interessata a comunicare e vendere oltre confine. La storia di Velvet Media è raccontata nel libro “Marketing Heroes”, nel quale emerge lo stile aziendale basato su manga e rock and roll. Informazioni e contatti: www.velvetmedia.it
LE START UP DI NEXT HEROES
Nel corso degli ultimi dodici mesi oltre cento progetti sono stati analizzati da Velvet Media. Solo una dozzina ha superato il vaglio degli esperti. Tra questi, l’Algoritmo di Attribuzione per l’industria della Moda creato per valutare l’apporto in termini di visibilità e prestigio da parte del retailer offline nell’influenzare il comportamento d’acquisto online. Sempre sul fronte fashion, oltre al marchio di abbigliamento ecosostenibile Unkover, anche la cerniera zip autobloccante che viene bloccata e sbloccata tramite smartphone e salvaguarda zaini, borse e valigie. In ambito lifestyle, nasce Fanatic Art, linea di merchandising premium realizzata con le più innovative tecnologie e basata su licenze comics, anime e gaming. Per quanto riguarda l’ambito videogiochi, ci sono il Gaming Phygital Event, un summit su più giornate dedicato agli appassionati di eSport caratterizzato da un format senza precedenti, e la linea di integratori Les Gamers, studiata appositamente per favorire la concentrazione mentale e per mantenere le condizioni psico-fisiche ideali durante il gioco. Per quanto riguarda la cura e il benessere della persona, vi sono anche gli innovativi bite e gel igienizzanti per la pulizia dei denti. Infine ricordiamo le quattro che sono già note al pubblico: l’azienda femminile che accelera la digitalizzazione delle PMI Vendere Online, la piattaforma benefica che mette in contatto vip dello sport con associazioni benefiche All Stars For Good, il primo ecommerce europeo interamente dedicato al B2B Sesamo Shop e il portale italiano dedicato ai nano e microinfluencer The Brand Ambassador.