Categoria: Ambiente

200 nuovi pesci: il Mediterraneo è il mare più invaso al mondo

“Lo studio dimostra come il fenomeno abbia avuto un’importante accelerazione a partire dagli anni ’90 e come le invasioni più recenti siano capaci delle più rapide e spettacolari espansioni geografiche”, spiega Ernesto Azzurro del Cnr-Irbim e coordinatore della ricerca. “Da oltre un secolo, ricercatori e ricercatrici di tutti i paesi mediterranei hanno documentato nella letteratura scientifica questo fenomeno, identificando oltre 200 nuove specie ittiche e segnalando le loro catture e la loro progressiva espansione. Grazie alla revisione di centinaia di questi articoli e alla georeferenziazione di migliaia di osservazioni, abbiamo potuto ricostruire la progressiva invasione nel Mediterraneo”. Tale processo ha cambiato per sempre la storia del nostro mare.

Leggi di più

Molfetta, dal 23 al 25 settembre Festival Viator: menti, cuori e corpi sulle Vie Francigene del sud

Anche quest’anno obiettivo del Festival è raccontare la sua vocazione attraverso un’offerta culturale sviluppata in tre giornate e dedicata al tema del cammino declinato in varie forme: il cammino e la sua potenzialità pedagogica e rieducativa grazie ad incontri intergenerazionali; il pellegrinaggio spirituale come possibilità di scambio interculturale e creazione artistica; e il camminare nella sua relazione intima con l’ambiente e il territorio.

Leggi di più

Completata la liberazione delle testuggini di Hermann nell’Oasi WWF Monte Sant’Elia

«Questo progetto ha suscitato un entusiasmo senza precedenti – ha spiegato Fabrizio Quarto, sindaco di Massafra – abbiamo puntato tanto sul restocking delle testuggini nel nostro parco perché crediamo nella tutela e nella difesa della biodiversità. È solo una delle numerose attività introdotte dal nostro comune per preservare flora e fauna di questo territorio, rappresentiamo sicuramente un’avanguardia».

Leggi di più

Dal 30 luglio sino ad ottobre, tanti eventi gratuiti nel variegato territorio rupestre di Mottola

«Valore aggiunto- spiega l’archeologa Carmela D’Auria che gestisce l’Infopoint- saranno le attività di co-marketing con gli operatori del settore culturale, agricolo ed enogastronomico valorizzando l’accostamento con prodotti tipici, il teatro, l’arte e la natura. Una rete vera di professionisti, pronti ad accogliere i turisti attraverso percorsi esperienziali». In queste settimane, inoltre, in Puglia e nella terra delle gravine si registra un’impennata di presenze, soprattutto dalla Francia. Un risultato possibile anche grazie alla mostra “Apulia, Mystères des Pouilles entre terre, pierres et mer” che sta destando grande interesse e della quale Carmela D’Auria è tra i curatori per la sezione archeologica. Dalla Magna Grecia ad oggi, un viaggio tra opere d’arte, reperti archeologici e medioevali, fotografie e sculture contemporanee in grado di affascinare i tanti francesi che hanno scelto di visitare questi luogh

Leggi di più
Caricamento in corso