Tempo di lettura: 2 minuti

Alessandro Legora de Feo, CEO e CHIEF STYLIST dell’azienda ELLE COMMUNICATION, proprietaria dei due marchi ALESSANDRO LEGORA e ATELIER LEGORA, commenta così il momento particolare che attraversa il suo settore componente importante del Made in Italy.

Abbiamo superato con coraggio il periodo pandemico, ora la nostra creatività deve ritornare a splendere come non mai. Nonostante i conflitti e le tensioni geopolitiche in atto che hanno spinto a rivedere le catene di approvvigionamento delle nostre creazioni, il nostro modo di fare moda è insostituibile”.

Un’azienda che oggi è una realtà importante nel settore manifatturiero italiano, non più un progetto, che ha avuto inizio 10 anni fa con l’idea di creare una collezione di moda femminile. E con il sostegno della famiglia che opera nel settore della logistica e dei trasporti, l’imprenditore napoletano è oggi orgoglioso di affermare di produrre e distribuire in Italia circa 25 mila capi su base annua.

Un progetto nato quasi per gioco e poi man mano diventato sempre più concreto, trovando rapidamente riscontro ed apprezzamento, in tutta l’Italia. E all’estero oggi è riconosciuto ufficialmente come “eccellenza campana”.

Il brand ALESSANDRO LEGORA non si è mai fermato, nemmeno ai tempi del Covid, e negli ulti 2-3 anni ha conquistato grandi traguardi: l’apertura del negozio monomarca nella zona dello shopping di Napoli, inaugurato subito dopo la fine del lockdown. È stato decisamente rafforzata la struttura commerciale, stringendo un importante legame con uno dei più importanti agenti e distributori italiani, con l’obiettivo di aprire nuovi mercati al nord ed all’estero.

Per accompagnare la rinnovata crescita commerciale e di vendite sono stati poi varati importanti investimenti per ampliare e quasi raddoppiare la capacità dello stabilimento industriale a Mariglianella (NA), cuore pulsante dell’azienda. A breve infatti l’“Head Quarter” Legora occuperà 6.000 mq coperti e 2.500 mq scoperti.

E ancora sono al vaglio alcuni progetti nel breve e medio termine:

il 2024 vedrà l’inaugurazione del secondo store nel cuore di Napoli, ampliando notevolmente così gli spazi espositivi a disposizione dell’affezionata clientela. Il passo successivo, si pensa nel giro di un paio d’anni, sarà quello di aprire una sede/show-room nelle capitali della moda, cioè Milano e Londra. Importante e strategica la presenza a Milano che getterà un ponte per lo sbarco su importanti mercati esteri (in parte già serviti oggi): Medio Oriente e i paesi Arabi, o anche la Russia, se la situazione del conflitto oggi in atto dovesse evolvere positivamente e creare le condizioni per un rilancio degli interscambi commerciali. Londra invece nel piano industriale rappresenterà la vera affermazione del brand sul mercato internazionale.