Tempo di lettura: 3 minuti

Sembrerà banale, ma studiare la tecnica e i vari stili di danza è necessario per ogni ballerino. Evitarlo sarebbe come volere imparare a scrivere romanzi, lettere d’amore, email di lavoro, la lista della spesa senza avere mai imparato a leggere, e volerlo fare in tante lingue diverse. Praticamente impossibile!

Si passano ore in sala, seguendo le indicazioni dell’insegnante, provando e riprovando fino a non sentire più i muscoli, fino a che il cervello agisce da solo e il nostro corpo risponde solo perché il cuore, con il suo carico di passione, ci ha già segnato il cammino. Ma poi cosa succede dopo, quando si raggiungono traguardi e si devono fare passi in avanti? Ecco, è allora che si sale su un palco, perché la passione va nutrita di emozioni.
Non si tratta solo del Saggio di metà anno svolto l’altra sera nella nuova sede dell’Harmony Dance di Azzurra Di Gioia, si tratta di un percorso in cui il palco deve diventare un luogo noto e familiare, dove un ballerino si sente davvero realizzato.
Restare in sala e non essere mai in scena è come restare perennemente in platea con il sipario abbassato. Ci si domanda “ma quando comincia lo spettacolo?”, solo che siamo noi a dover dare il via e quello dell’altra sera è stato uno spettacolo unico facendo passare quasi un’ora e mezza piacevolissime a passo di danza in cui il pubblico (composto dai genitori e parenti più stretti dei ballerini) è stato avvolto da una magia che solo l’intimità di una sala da ballo sa infondere.

Tutti coinvolgenti i giovani ballerini che nelle diverse discipline hanno saputo dimostrare, dai più piccoli ai più grandi, il risultato raggiunto alla fine di una impegnativa prima parte di scuola.

Si parte con le ballerine più piccole, vestite di rosa, uno dei colori classici della danza, che sembrano piccoli fiori sfiorati dal vento e che regalano nell’ingenuità della loro età, tanta tenerezza.

A seguire tutti gli altri colori della danza: il bianco, il blu, il rosso, il nero in un alternanza continua tra le piccolissime ballerine e le più grandi dal passo più sicuro e preciso che sulle note di famosi brani ci regalano una bella interpretazione sapientemente dirette dalle insegnanti  Marika Mascoli (per il Moderno/Contemporaneo) e Viviana Mazzei (Classico).

Poi un cambio di scena ed ecco i ballerini di Hip Hop con la loro energia contagiosa e le loro acrobazie, coordinate dall’insegnante Marilisa Sasanelli.

La paura del giudizio degli altri, la paura di sbagliare, molto spesso sono pensieri che rendono davvero difficile trovarsi sul palco, ma se non si comincia a provare, e magari anche a sbagliare, non si riuscirà mai a dare un senso alla danza. L’arte non può essere nascosta, va mostrata, va condivisa.

Il senso dell’arte è mettere in circolo le emozioni, da sempre la danza lo fa nel suo luogo privilegiato: la scuola di danza.

La serata termina con tutti i ballerini e i maestri sul palco in un tripudio di colori e soddisfazione per la bella performance. La direttrice artistica Azzurra Di Gioia dedica un ultimo riconoscimento a tutti i maestri e ballerini  per la loro partecipazione ed un saluto all’insegnante di teatro Luca Mastrolitti.

“Sono commossa – ci dice – perché quella dell’Harmony Dance è una grande famiglia e noi oggi abbiamo messo un nuovo tassello per la nostra crescita.

Ecco l’elenco di tutti i partecipanti

I CORSO CLASSICO

Sofia Aspromonte, Charlotte Gernone, Chiara Capodiferro, Giorgia Frugis, Vittoria Mola, Pietra De Bellis.

II CORSO CLASSICO

Clarissa Bombino, Giulia Franco, Giorgia Iannone, Giorgia D’Ammacco, Francesca Maselli, Amelie Sgobba.

III CORSO CLASSICO/MODERNO

Luigi Mola, Asia Franciosa, Greta Iacovelli, Bianca Ferrara, Francesca Allegretti.

HIP-HOP

Martina Traversa, Mauro Pantaleo, Mirko Messa, Alessandra Martino, Rebecca Martino.

CONTEMPORANEO

Sabrina Biallo, Adriana Camposeo.

MODERNO INTERMEDIO

Giorgia Giancaspero, Vittoria Viola, Aurora D’Abbicco, Valentina Buquicchio, Vanessa Smaldino, Alessia Iannone.

LABORATORIO COREOGRAFICO

Martina Lombardo, Giorgia Giangaspero, Alessia Iannone, Serena Giammaria, Federica Perini, Giada Ficarella.

MAESTRI

Marika Mascoli (Moderno/Contemporaneo)
Marilisa Sasanelli (hip-hop)
Viviana Mazzei (Classico)
Luca Mastrolitti (teatro)
Azzurra Di Gioia (direttrice artistica e Laboratorio Coreografico)

Foto e video di Nilo (riproduzione riservata)