Tempo di lettura: 2 minuti

Il Bifest 2021 offre anche quest’anno un programma ricchissimo, ancorché inevitabilmente ridotto – non certo quanto alla sua qualità ma quanto al numero delle proiezioni e delle sale impegnate – in ragione dell’annunciata forte diminuzione dei mezzi finanziari disponibili in questo drammatico frangente legato alla pandemia e alle tante risorse economiche che essa esige.

Otto Anteprime internazionali selezionate fra la produzione mondiale più recente e totalmente inedite in Italia verranno presentate nella sezione non competitiva al Teatro Petruzzelli; dodici film provenienti da tutto il mondo in anteprima italiana o internazionale della sezione Panorama Internazionale. Nove masterclass al Teatro Petruzzelli, una per ogni giorno di festival. Sei film italiani in anteprima assoluta nella sezione ItaliaFilmFest. Il Tributo a 01 Distribution, a 20 anni dalla sua fondazione, con la presentazione al Teatro Kursaal di 32 film, più 8 al Teatro Piccinni, fra i più significativi dei due decenni, introdotti da alcuni talenti (registi, attrici, attori, produttori) che vi hanno preso parte. I premi Fellini Platinum Awards for Cinematic Excellence a grandi personalità del cinema; i premi alla carriera.

Il Bif&st è un festival eminentemente culturale , senza fronzoli mondani né famigerati tappeti ro ssi, ma non per questo è meno popolare , vocato com’è a svolgere un’operazione di conoscenza approfondita del cinema e dell’audiovisivo di tanti Paesi (sono circa 30 le opere cinematografiche di tutto il mondo presentate ogni anno in anteprima assoluta italiana o mondiale) ma anche di quanto di meglio la storia del cinema ha narrato attraverso i film del passato. Senza conoscenza della storia non c’è futuro ma neppure comprensibilità piena del presente. È questa la ragione fondamentale per la qu ale il programma del Bif&st – fin dalle sue origini – include grandi retrospettive dedicate alle figure più eminenti del cinema e della sua industria, come la 01 Distribution nel 2021, ma anche una vetrina della produzione italiana ancora inedita. Il Bif&st dà lavoro a circa 200 persone fra preparazione, esecuzione, post – produzione. Le date del 2020 e 2021 sono state obbligate dalla pandemia e hanno visto il Bif&st schiacciato fra la Mostra del Cinema di Venezia (settembre) e la Festa del Cinema di Rom a (ottobre) ma dal 2022 occorrerà tornare alle tradizionali date primaverili ( 26 marzo – 2 aprile ).
E poi le mostre, i Focus, gli incontri, i convegni, le sezioni collaterali Cinema e Medicina, Cinema e Scienza, Cinema e Libri, i laboratori sui Mestieri del Cinema, i film restaurati dalla Cineteca Nazionale del CSC.

Foto di Raffaella Fasano