Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comitato dei genitori della Scuola Primaria “Carlo Del Prete” di Bari (I.C. Laterza-De Amicis) informa che giovedì 15 Luglio alle ore 17,30 tutte le associazioni, i comitati, le famiglie, i cittadini che aderiscono al coordinamento “Salviamo la Scuola Carlo Del Prete” (sostenuto anche da La scuola che vogliamo – Scuole diffuse in Puglia che nei giorni scorsi aveva inviato anche una diffida al Sindaco Decaro) daranno vita ad un’assemblea pubblica cittadina per definire le azioni necessarie al fine di presidiare e tutelare l’esclusiva funzione educativa della Scuola “Carlo Del Prete”.
Il comitato nei giorni scorsi ha lanciato un appello pubblico perché la scuola resti tale. L’appello online ha già raccolto  oltre 3000 visualizzazioni, 450 condivisioni, e hanno superato le mille firme le petizioni raccolte direttamente fra i cittadini del quartiere e quelle on line su change.org.
Fra le tante firme, quelle di ex allievi, genitori di allievi, e maestri da diverse citttà italiane, e dal Canada, Spagna, Paesi Bassi, New York, Tirana, Svizzera e perfino da Tripoli. Fra le tante, anche quelle di Silvia Godelli, Nicola Laforgia, Maria Chironna, Corrado Petrocelli, Pasquale Bellini, Tiziana Schiavarelli, Giuseppe Scelsi. Con loro, tanti ex allievi e docenti della scuola, commercianti e residenti del quartiere, fermamente intenzionati a mantenere quel presidio di cultura e aggregazione sociale così prezioso in tempi di società liquida e senza più riferimenti stabili. Un comune proponimento di mantenere la scuola Del Prete quale Istituzione scolastica centrale nella vita del quartiere e della città, l’auspicio per un impegno dell’amministrazione comunale per un suo rilancio ad esclusivo beneficio dei bambini e delle bambine, delle ragazze e dei ragazzi e dell’intera comunità scolastica cittadina e metropolitana.
Al fine di favorire un dialogo trasparente e fecondo con le Istituzioni, il comitato ha perciò INVITATO all’assemblea di giovedì il Sindaco Decaro, l’Assessora Romano e il Presidente Smaldone. Ha informato il dirigente Claudio Grosso dell’iniziativa, chiedendo l’uso del cortile, ha sollecitato l’Ufficio scolastico regionale ad intervenire in difesa della scuola.

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.