Tempo di lettura: 1 minuto

Proiettare l’agroalimentare marchigiano nel mondo attraverso i canali digitali. È questo l’obiettivo di Studio Marche, la nuova sfida per la promozione dei prodotti made in Marche lanciata dall’assessorato all’agricoltura della Regione Marche, pensato dall’istituto marchigiano di enogastronomia (Ime) e realizzato presso il polo enogastronomico di Palazzo Balleani a Jesi.

Il nuovo progetto punta alla promozione dell’intero comparto food&wine regionale attraverso una piattaforma di registrazione e trasmissione professionale che consente di dialogare a distanza con trade, stampa, esperti e appassionati italiani ed esteri, in diretta zoom ma anche sui principali canali social di Ime, superando le barriere imposte dall’emergenza sanitaria.

Un hub digitale dell’enogastronomia marchigiana capace di dare voce a tutto il settore. Si parte dal vino, con un programma di “tasting digitali” organizzati dall’istituto marchigiano di tutela vini e rivolti a esperti italiani ed europei.

Ma la piattaforma è pronta a ospitare tutte le realtà del food&wine che ne avranno la necessità, con la possibilità di aprire le porte anche ad altri settori di qualità del manifatturiero regionale. E lo studio digitale è solo una parte della strategia di promozione di Ime e dell’Enoteca regionale di Offida inserita nei Percorsi del Gusto, progetto finanziato dalla Regione Marche (Assessorato all’Agricoltura) che include anche una scuola di cucina, una app dedicata e attività di formazione sui prodotti agroalimentari made in Marche.