Tempo di lettura: 2 minuti

"X
«Chi vince X Factor deve festeggiare veramente», e Chiara Galiazzo, che ieri sera ha conquistato il posto più alto del podio, lo ha fatto. Dopo una notte quasi insonne, neanche il trucco riesce a nascondere i postumi dei bagordi dell’altra sera al party organizzato da Sky. Complice il freddo e le ore piccole, la ragazza padovana ma milanese di adozione è stanca, ma l’adrenalina e il calore dei fan le fanno dimenticare tutto durante il bagno di folla, al punto Enel in pieno centro a Milano. Qui la giovane si è esibita insieme agli altri tre finalisti, Cixi, Davide e Ics, confermandosi una ragazza dalla lacrima facile davanti alle oltre 200 persone che si erano appostate in via Broletto a Milano per sentirla cantare.

Favorita sin dalla prima puntata, verso la fine del programma non di credeva più: «Ero convinta di non vincere» ha confessato durante l’incontro con i giornalisti. Ma alla fine ce l’ha fatta, forse perchè il pubblico ha capito che lei voleva cantare da quando aveva tre anni, ascoltando i dischi di «Battiato, Tenco, ma soprattutto di Mina» ha raccontato. «Da quando avevo iniziato a lavorare, mi pesava non essere riuscita a realizzare il mio sogno – ha detto – e ogni mattina mi svegliavo pensando che avrei fatto la cantante». La sfida tra l’ugola d’oro, Davide e Ics, vista ieri da oltre un milione di telespettatori, è stata una rivincita su chi le diceva «ma cosa insisti a fare», dopo i provini andati male ad Amici, il talent targato Mediaset. I genitori (imprenditore lui, casalinga lei) l’hanno sempre sostenuta tiepidamente, e alla fine si sono scatenati con lei nei festeggiamenti. Intanto Chiara sembra chiedere un pò di tempo per calarsi nei panni della pop star: «Prima o poi entrerò nella parte» ha detto non del tutto convinta. In effetti in questi due mesi la ragazza si è mossa sul palco un pò goffamente, nonostante l’ugola d’oro, e nei panni della singer sensuale non ci si vede proprio: «Io non sono una gattona, sono una ragazza normale» ha detto un pò imbarazzata.

La coroncina da vera reginetta però oggi Chiara la indossava, «in onore dei Kiss» ha spiegato riferendosi a uno dei suoi gruppi preferiti. Il percorso ‘regolarè fatto finora e voluto da mamma e papà, prima all’università e poi in stage in una società finanziaria, per ora si interrompe qui. Perchè Chiara ora vuole fare «tante cose», anche se per il momento sembra un pò disorganizzata: «Il mio cellulare non si accende più – ha detto – e poi mi hanno dato un foglietto con tutti i miei impegni, ma l’ho perso».