Tempo di lettura: 3 minuti

"Il
Traguardo riuscito ai tipi di "Il cielo della domenica", vincitore del secondo premio sez. Cortolibero al Murgia Film Festival 2009 e che è anche valso all’attore Pinuccio Sinisi il premio speciale "Murgia". Il cortometraggio prodotto da Anna Giulia D’Onghia ed Ermes Di Salvia per l’associazione culturale Zerottanta in co-produzione con Liceo Scientifico “A. Scacchi” di Bari e con il sostegno e il patrocinio di Inail (sede di Bari) e la collaborazione con Teatro Minimo, La Differance.  Ancora una volta la Puglia ha aggiunto un importante tassello nella crescita artistica e cinematografica nostra terra e tantissime sono le professionalità che dopo una doverosa gavetta si ritagliano un’importanza a livello nazionale. L’impegno dei suoi componenti, infatti, è più longevo: il sodalizio artistico di D’Onghia e Di Salvia nasce, in ambito prima teatrale e poi cinematografico, nel 2004.
In questi anni, si sono attuate numerose collaborazioni con realtà artistiche e produttive locali e non.
Tra queste, quella con Vertigo imaging di Bitonto, con la quale realizza numerosissime opere: per citarne alcune, il DVD In supposta veritas del cantante Caparezza (2005, prod. EMI music). Le più recenti collaborazioni sono quella con ITC movie (Bologna), X-fade production (Bari) e PrimaQuinta (Bari); in ambito teatrale, molto prolifiche sono risultate le collaborazioni con La Differance (Bari) e – come attesta il presente progetto – quella con Teatro Minimo di Michele Santeramo e Michele Sinisi (Andria).
Densissimo è l’impegno di Zerottanta in attvità di formazione di giovani e studenti: momento decisivo nella storia di Zerottanta è stato l’incontro con il Liceo Scientifico A. Scacchi di Bari, il cui primo traguardo è stato il corso di formazione al corto-documentario tenutosi nell’A.S. 2005-06 e che ha portato alla realizzazione di Crew. Il lavoro, inerente l’aerosol art – ovvero l’arte dei writers-, è stato premiato come miglior documentario alla Festa del Cinema di Roma “Il Corto.it” 2006 (III edizione), si è aggiudicato il 1° premio al concorso nazionale Girocorto 2007 (III edizione) ed è stato trasmesso sul canale nazionale Raitre all’interno del programma Screensaver (2007).
Pluripremiata anche l’opera realizzata l’anno successivo, risultato di un laboratorio che, proponendo lo studio dello spot sociale, si è collocato efficacemente all’interno del progetto di istituto sulla prevenzione, tematica molto cara al liceo. E’ nato così il ciclo di spot sociali Prevenire è vivere, vincitore del prestigioso Giffoni Film Festival (XXXVII edizione, sez. On the Road Movie).
A questo si sono aggiunti: il 1° posto al festival Scuola Cinema 2007 (III edizione, CSA Asti, sez. Spot sociali), il 1° posto Libero Bizzarri 2007 (XIV edizione, San Benedetto del Tronto, AP), il 1° posto Efebocortogiovani 2007 (IV edizione, Agrigento).
L’opera è inoltre nella selezione ufficiale del concorso Viviti bene, indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione ed è stato trasmesso, oltre che quotidianamente sul canale locale Telebari nell’anno 2007, anche sulla rete nazionale Raitre, all’interno del già citato programma Screensaver.
Lo scorso anno scolastico è stato realizzato, in occasione della manifestazione antimafia Arca di Pace organizzata a Bari il 15 Marzo 2008, il documentario Volti e nomi.
L’opera si è aggiudicata il 2° posto alla Festa del cinema di Roma 2008 (sezione Alice nella Città), il 1° posto al Festival Girocorto 2008 (Guidonia , Roma) e un premio speciale nel Festival Efebo Cortogiovani 2009 (premio consegnato dall’associazione nazionale Libera – Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie).
Il cielo della domenica trova il suo spazio anche in tale contesto, poiché nel corso della realizzazione del cortometraggio gli studenti del suddetto istituto hanno avuto modo di frequentare uno stage in pre-produzione e durante le riprese, su un set popolato da professionisti del settore.
Altrettanto decisiva è stata anche la collaborazione con la sede Inail di Bari, con la quale Zerottanta ha scoperto una sorprendente comunione di intenti e che ha dimostrato una formidabile sensibilità nei confronti dell’opera in sé e del percorso avviato insieme con l’istituzione scolastica.
Ugualmente irrinunciabile il supporto del Teatro Minimo, compagnia teatrale andriese di Michele Santeramo e Michele Sinisi, che hanno dato all’opera il proprio contributo artistico: come sceneggiatore, il primo, e come attore principale, il secondo.
Ulteriori preziosissimi contributi sono stati forniti da La Differànce, compagnia teatrale barese, in forma di supporto logistico e produttivo,oltre che attraverso l’interpretazione attoriale di Lorenzo D’Armento, il parco acrobatico Adrenaline Zone (Noicattaro, BA, www.adrenalinzone.it).