Tempo di lettura: 2 minuti

"Associazione

L’Associazione delle Agenzie di Democrazia Locale al lavoro sull’Action Plan per il rilancio della nuova ADL in Kosovo, in partenariato con l’Associazione dei Comuni del Kosovo (AKM, Association of Kosovo Municipalities). Previsto a partire dal 1° settembre 2009 l’avvio delle attività dell’Agenzia.
Procede a pieno ritmo il lavoro di rilancio della costituenda Agenzia di Democrazia Locale in Kosovo, che rientra nella rete di ADL coordinate dall’ALDA Associazione delle Agenzie di Democrazia Locale nell’area Sud Est dell’Europa. Obiettivo generale è quello di promuovere il rispetto dei diritti umani e sostenere il miglioramento del processo democratico in tutti i settori della vita locale e sempre avvalendosi della collaborazione con i poteri locali e regionali.La nuova ADL del Kosovo inizierà ufficialmente ad operare a partire dal 1° settembre 2009, nel frattempo l’ALDA sta lavorando alla redazione dell’Action Plan, in stretta collaborazione con l’Associazione dei Comuni del Kosovo – AKM. Quest’ultima infatti ha risposto positivamente alla proposta di partenariato, impegnandosi ad offrire assistenza tecnica, logistica e politica durante tutto il processo di sviluppo dell’Action Plan. Un percorso che porterà all’individuazione della città dove agirà l’Agenzia di Democrazia Locale, di eventuali altri partner, del lead partner e del nuovo Delegato. Una missione finalizzata ad un sopralluogo organizzativo è prevista nel mese di marzo.

La finalità dell’ADL del Kosovo è di accompagnare le autorità locali e le organizzazioni della società civile nel processo di transizione verso la democrazia e l’integrazione in Europa, all’insegna della tolleranza e del dialogo con le comunità locali. In particolare attraverso questo strumento si intende: promuovere iniziative concrete per consolidare la democrazia a livello locale; rilanciare lo sviluppo delle istituzioni a livello locale attraverso lo scambio di know how e la formazione dei rappresentanti e funzionari pubblici; incoraggiare il dialogo interculturale ed interetnico; dare impulso alla partecipazione dei giovani sensibilizzandoli sui programmi europei “Youth in Action”; rafforzare la capacità amministrativa di gruppi di interesse locali promuovendo la cittadinanza attiva secondo standard europei. Obiettivi che sono pienamente in linea con le finalità dell’ALDA.

Ai vertici dell’Associazione, che opera sin dal 1999, c’è in rappresentanza dell’Italia Bernardo Notarangelo, dirigente del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia e vice presidente – con delega per il Mediterraneo – a fianco al serbo Dobrica Milovanovic. La presidenza è del danese Per Vinther.

Info: http://alda-europe.eu