English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
La notte del Futurismo a Bari. Il 29 aprile dalle 21 alle 24 in piazza del Ferrarese e in Vallisa mostre performance teatrali, danza, video e installazioni

24 Apr 2009 | Nessun Commento | 5.966 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

futurismoSolo tre ore, dalle 21 alle 24 del 29 aprile per liberare parole, voci, immagini. Un tempo limitato per un evento che invece rappresenta per la sua unicità, una delle manifestazioni più importanti per Bari e l’intera regione. E’ La notte del Futurismo nella quale artisti, scrittori, danzatori, fotografi e videomaker potranno esprimere la loro creatività in una serie di performance e mostre nell’auditorium Vallisa e Piazza del Ferrarese.
A presentare il programma in una conferenza stampa svoltasi l’altra mattina nell’auditorium Marco Di Mitrio di Bari il direttore artistico Michele Loiacono (presidente della Federico II Eventi) e i rappresentanti delle associazioni che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento: Saverio Fiore (responsabile Auditorium Vallisa), Pamela Pellegrini (presidente dell’associazione i Bachidasetola), Andrea Cramarossa (Teatro delle Bambole).

“L’iniziativa nasce” – così come ha dichiarato Michele Loiacono presidente dell’associazione Federico II Eventi di Bari – da una chiacchierata con Saverio Fiore responsabile dell’auditorium Vallisa per poter organizzare anche qui a Bari una manifestazione per i cento anni del Futurismo che non fosse commemorativa in senso stretto ma che potesse invece mettere in evidenza questa voglia di grande cambiamento, di trasformazione rispetto al passato, considerando anche l’evoluzione che ogni forma d’arte ha subito in questo lungo lasso di tempo. E’ una manifestazione non commemorativa perché non sono esposte opere futuriste: solo alcune immagini si susseguiranno nei video molto velocemente, perché per esempio uno dei temi che il movimento futurista affrontava è proprio quello della velocità Quello che ci interessa è sottolineare lo spirito del movimento stesso che rifiutava per esempio i luoghi canonici di espressione artistica: per esempio noi utilizzeremo una Chiesa che è la Vallisa per una serie di attività e questo dimostra quanto è cambiato perché sicuramente nel 1909 era impensabile fare qualcosa del genere. In generale non abbiamo chiesto agli artisti di ispirarsi al futurismo ma interpretando il senso profondo del movimento, di esprimersi liberamente. L’artista quindi non è più posto su un piedistallo ma ridimensionato nella sua condizione umana che dona a tutti i sentimenti che riesce ad esprimere attraverso l’arte. Ritornando alla velocità, ecco perché tutto verrà fatto in tre ore e non sarà lasciata traccia. L’arte si manifesta in quel momento ed è importante esserci. Naturalmente tutto questo non sarebbe stato possibile senza la collaborazione dell’Accademia Maya, dei Bachidasetola, del Teatro delle Bambole e dell’auditorium Vallisa con il patrocinio di Comune di Bari, Provincia Di Bari assessorato alla Cultura, IX Circoscrizione San Nicola-Murat)”.

Sulla stessa linea l’intervento di Saverio Fiore che ha sottolineato l’importanza dell’azione sinergica che viene realizzata dalla collaborazione delle differenti associazioni per una manifestazione di così ampio respiro, nella quale tutto il pubblico potrà partecipare scrivendo sui cartelloni allestisti nella piazza e sulla maxitela di 40 metri che darà vita ad una unica grande opera collettiva. Il Teatro delle Bambole così come ha sottolineato Andrea Cramarossa ha realizzato una performance vocale, mentre i Bachidasetola hanno immaginato tra le varie iniziative, illustrate da Pamela Pellegrini, un video di animazione che sarà proiettato all’esterno della Vallisa e la creazione di un grande robot collegato ad un theremin con cui sarà possibile interagire. La giovane fotografa Angela Regina esporrà in Vallisa le sue foto in cui corpo scomposto e parole daranno vita a una nuova forma di linguaggio per immagini e in contemporanea sull’abside sarà proiettato il video realizzato da Grazia Loiacono nel quale sarà si immagina una ipotetica distruzione della Vallisa e la creazione di una ciità futurista. La partecipazione alla manifestazione è aperta a tutti e gratuita.
Angela ReginaDirezione Artristica; Michele Loiacono, segreteria di produzione Denise Ania. Voci recitanti: Andrea Cramarossa, Andrea Ferrante, Caterina Firinu e Claudia Cesaroni; Coordinatori delle singole sezioni: Pittura, Fotografia, Letteratura (Michele Loiacono-Mario Valerio) Danza (Carmen Costanza) Teatro-RumorAttori (Andrea Cramarossa) Installazioni Fotografiche (Angela Regina) Video (Grazia Loiacono) Installazioni e Video (Bachidasetola.it- guidati da Pamela Pellegrini).

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie