English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Al Forte di Bard dal 15 gennaio il “Wildlife Photographer of the Year 2009”

11 Gen 2010 | Nessun Commento | 3.172 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Wildlife Photographer of the Year 2009
Una formica che si disseta con una goccia di pioggia, una fiabesca cascata di ghiaccio, una spaventosa lotta di due tigri siberiane, il volo di una locusta: questi alcuni frammenti di un ambiente ancora incontaminato, raccontato attraverso le 100 migliori foto naturalistiche del 2009, che saranno esposte, per la prima volta in Italia, al Forte di Bard (Aosta), dal 15 gennaio al 25 marzo.
L’esposizione è il frutto della selezione del ‘Wildlife Photographer of the Year 2009‘, il concorso internazionale di fotografia naturalistica più prestigioso del mondo, indetto dal Natural History Museum di Londra, in collaborazione con il Bbc Wildlife Magazine. L’allestimento comprende gli scatti vincitori delle 16 categorie a cui hanno partecipato 43 mila professionisti. I temi riguardano, tra gli altri, gli animali nel loro ambiente, il comportamento degli animali, il mondo subacqueo e i luoghi selvatici.
Tra le immagini presenti anche quella del fotografo spagnolo Josè Luis Rodriguez – al quale è stato assegnato il riconoscimento top ‘Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year‘ – che ritrae un lupo iberico intento a saltare una staccionata. La foto è stata al centro di una recente polemica su una sua presunta falsificazione, in quanto – sostengono alcuni esperti – Rodriguez avrebbe utilizzato un lupo addestrato.
Il percorso di visita, ospitato in un’antica fortezza militare trasformata dalla Regione autonoma Valle d’Aosta in polo espositivo e museale, sarà accompagnato da musica di ambientazione e dalla proiezione From Pole to Pole, con le fotografie delle precedenti edizioni. Uno speciale corner sarà inoltre dedicato alla sensibilizzazione sui cambiamenti climatici.
«La mostra – spiega Augusto Rollandin, presidente della Regione Valle d’Aosta e dell’Associazione Forte di Bard, enti promotori dell’iniziativa – affianca al valore divulgativo di immagini di straordinaria suggestione, anche un messaggio di tutela e rispetto della natura». Inoltre, all’interno del Forte di Bard, in concomitanza con l’avvio dell’esposizione, dal 15 al 17 gennaio, si terrà il master internazionale di fotografia dedicato alla ‘Natural Photography’ al quale interverranno, tra gli altri, Michael Dixon, direttore del London National History Museum e il valdostano Stefano Unterthiner, tra i vincitori del Wildlife Photographer of the Year.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie