Tempo di lettura: 2 minuti

Un progetto di promozione dell’arte coreutica, dalla sala al palcoscenico, volto a sostenere i giovani talenti della danza attraverso attività di respiro internazionale. È il ruolo che svolge nella città di Bari, da 14 anni, il Premio Internazionale di Danza «San Nicola», che in questi giorni sta riempiendo il capoluogo pugliese di laboratori, seminari, workshop, spettacoli ed esibizioni dei partecipanti che si contenderanno le borse di studio finali. La manifestazione è promossa e organizzata dalla Breathing Art Company, è diretta artisticamente da Simona De Tullioed è partita dal 13 dicembre, con i primi workshop. Realizzata con il sostegno del Comune di Baricon il Teatro Pubblico Pugliese (e il patrocinio della Regione Puglia), il festival assegnerà prestigiose borse di studio ai giovani talenti premiati, dando loro l’opportunità di crescere professionalmente e artisticamente.
I vari eventi (con laboratori nel Liceo Coreutico De Nittis-Pascali e nell’Istituto comprensivo Falcone-Borsellino di Bari) e workshop vedono la partecipazione di artisti professionisti, coreografi prestigiosi e compagnie di danza internazionali, quali Anthony Taylor (Germania), Miki Ohlsen (Usa), Wajidi Gagui della compagnia Col’Jam (Marocco), Eduardo Vilaro del Ballet Hispanico (Usa) e Ariel Rivka Dance (Stati Uniti). I primi quattro comporranno la giuria che valuterà tutti i finalisti del premio internazionale.
Il clou dell’evento si realizzerà martedì 19 dicembre, nel Galà internazionale «San Nicola», al Teatro Piccinni di Bari: lo spettacolo finale vivrà un doppio momento, alle 17,30 con le esibizioni dei più piccoli, e dalle 21 lo spettacolo finale, in una giornata presentata da Michele Loprieno (biglietti in vendita sul circuito Vivaticket, e al botteghino del Piccinni, aperto dal mercoledì al sabato, dalle 10 alle 13, e dalle 17 alle 20, infotel: 328.691.79.48 – 080.577.24.65). I giorni precedenti, domenica 17 dicembre (dalle 9,30 alle 13) e lunedì 18 (dalle 16 alle 19,30), si svolgeranno al Teatro Showville di Bari le selezioni iniziali dei 120 finalisti iscritti, provenienti da tutta Italia e dall’Olanda (ingresso a 5 euro, acquistabile al botteghino di Showville).
In occasione della serata finale, la Breathing Art Company promuoverà una raccolta di coperte per i senza dimora, con la collaborazione delle associazioni «Caps» (sarà presente il presidente Marcello Signorile) e Caritas Bari.
La danza sarà protagonista nelle sue diverse manifestazioni (danza urbana, flashmob, classica e moderna), accompagnata da altre espressioni artistiche che danno vita a una serie di eventi il cui obiettivo è il coinvolgimento del pubblico, promuovendo l’universalità del linguaggio del corpo. Tra gli eventi collaterali, domenica 17 dicembrealle 20, al teatro di S. Teresa dei Maschi di Bari si svolgerà l’evento «Let’s Dance», con coreografie in scena delle compagnie Breathing Art, Ariel Rivka Dance, Col’Jam. Info e dettagli su www.premiosannicola.info, 347.767.00.40.

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.