Tempo di lettura: 2 minuti

Sabato 21 gennaio alle 21,30 al Teatro Forma di Bari prosegue la stagione musicale «Around Jazz» 2022-2023, la tredicesima del teatro barese che porta la firma nella direzione artistica di Michelangelo Busco. Sul palco del teatro barese un grande ritorno: è quello di Karima, che presenterà il suo ultimo progetto discografico intitolato «No Filter»: dopo sei anni la cantante toscana è tornata in studio, realizzando brani che ha sempre amato e che non aveva mai affrontato prima, con rispetto e amore per la musica e uno stile unico che la caratterizza inequivocabilmente.
Per concepire questa nuova realtà, Karima si avvale di persone per lei speciali, prima di tutto amici e grandi musicisti, che la accompagnano sul palco: Gabriele Evangelista al contrabbasso, Bernardo Guerra alla batteria e Piero Frassi al piano che, con la sua penna e la lunga collaborazione di ben 18 anni, è riuscito a vestire la voce dell’artista livornese, con successi mondiali come «Walk on the Wild Side», «Tears in Heaven», «Come Together», «Man in the Mirror» e tanti altri.
 
«No Filter», uscito a maggio 2021, è diventato così la sua nuova espressione musicale, naturalmente esplosiva, fatta di contaminazioni di generi musicali come il pop e il jazz, utilizzando le sonorità acustiche di quest’ultimo. Un nuovo viaggio ricco di emozioni, a cui lasciarsi andare. Senza filtri, appunto. È un lavoro pensato e discusso a lungo, ma al tempo stesso assolutamente spontaneo e immediato.
«In due giorni abbiamo inciso tutto – racconta Karima -, abbiamo scelto di fare al massimo due registrazioni per ogni pezzo, così da conservare le migliori emozioni che si trasmettono sempre nelle prime volte. Cercavo un suono che mi identificasse, e abbiamo scelto di utilizzare solo strumenti acustici: escludere l’elettronica ci ha permesso di lavorare molto sulle dinamiche delle esecuzioni, aggiungendo l’orchestra – la Piemme Project diretta dal Maestro Marcello Sirignano e coordinata dal primo violino Prisca Amori – in alcuni brani. Evangelista, Guerra e Frassi hanno dato poi un contributo fondamentale per la realizzazione, con la loro profondità musicale e l’eleganza sopraffina di ciascun intervento. Infine, abbiamo affidato i mix a Massimo Aluzzi, che con la sua grande sensibilità ha dato il giusto balance al lavoro».
Tra gli altri brani contenuti nel disco, e che Karima eseguirà in concerto, non mancano altri titoli amatissimi, come «Feel Like Making Love» (di George Benson e Roberta Flack), «The Scientist» (Coldplay), «Don’t Let Me Be Lonely Tonight» (James Taylor), «Love Of My Life» (Queen), «Blackbird» (The Beatles), «Lately» (Stevie Wonder), «Wrapped Around Your Finger» (Police).
 
I prossimi artisti che impreziosiranno la stagione musicale del Teatro Forma saranno Fabrizio Bosso (4 febbraio), Mario Rosini & Friends (25 febbraio), Lady Blackbird (5 marzo), Walter Ricci (29 aprile).
 
I biglietti sono in vendita al botteghino del teatro e on line su vivaticket.itInfotel: 080.501.81.61www.teatroforma.org.

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.