Tempo di lettura: 5 minuti

Il Castello Reale di Gödöllö è uno dei monumenti più interessanti dell’Ungheria. Questo in ragione della sua ricca storia, delle sue sale sontuosamente restaurate del gran numero di eventi culturali organizzati ogni anno.

Situato a est di Budapest, il Castello Reale di Gödöllö, dopo la Reggia di Caserta e Versailles, è il Palazzo e la Tenuta Reale più grande d’Europa.

Grazie alle originali soluzioni architettoniche, il Castello ha costituito un  modello per numerosi altri castelli barocchi in Ungheria. Dopo un lungo lavoro di restauro l’esposizione permanente, organizzata in 34 sale totalmente restaurate, racconta in modo esauriente la storia di questo magnifico monumento.

Il conte Antal Grasalkovich, uno dei più rispettati aristocratici ungheresi del XVIII secolo, iniziò a costruire il Castello intorno al 1735. Più di 100 anni dopo il Castello passò alla corona ungherese. Il Castello venne quindi donato a Elisabetta e Francesco Giuseppe, in occasione della loro incoronazione a Regina e Re d’Ungheria.

Il Castello era composto da un totale di 136 stanze, di cui 103 erano alloggi. Di tali alloggi 67 erano occupati dal personale, mentre le suite reali si trovavano nell’edificio principale.

Il Teatro Barocco

Situato nell’ala più meridionale del Castello, il teatro barocco, costruito nel 1785 da Antal Grassalkovich II, è uno dei pochi in Europa che dispone ancora della tecnologia scenografica di allora. Le pareti del teatro sono affrescate in stile neobarocco e neoclassico.

Nel 1867 il teatro fu chiuso e al suo posto furono allestite delle stanze per la famiglia reale. Dopo la sua completa ricostruzione, realizzata nell’agosto 2003, il teatro offre nuovamente spettacoli di qualità. Da visitare anche nell’ambito della visita museale del Palazzo.

Il Parco del Palazzo

Il Castello, il Parco del Castello e il maneggio evocano ancora oggi i ricordi dell’epoca imperiale. L’intero castello è circondato dall’idilliaco giardino, che comprende anche un aranceto e un palmeto. Una parte del Parco è caratterizzata da alberi secolari come il gingko e il mammut ed è visitabile la caratteristica Casa del Tè costruita nel 1760.

Il Parco del Castello di Gödöllö offre grandi varietà paesaggistiche ed è stato completamente rivisitato con una grande attenzione ai particolari naturalistici. Una parte del Parco è costituita dalla Fagianaia, che all’epoca era il luogo preferito dell’Imperatrice Sissi.

Fino a ottobre 2022 il Castello di Gödöllö vanta un ricco programma a tema, per le famiglie, con concerti e mostre temporanee.

https://kiralyikastely.hu/permanent-exhibition.html

Per pernottare all’insegna dell’Imperatrice Sissi a Gödöllö è consigliato l‘Hotel Erzsébet Királyné Szálloda.

https://erzsebetkiralyne.accenthotels.com/en

Budapest

A soli 30 km da Gödöllö si trova la capitale ungherese Budapest, ufficialmente fondata nel 1873 dall’unione di tre città storiche Buda, Pest e Òbuda. È sorprendentemente ricca di architettura, cultura e storia.

Dall’alto del magnifico e romantico quartiere di Buda, il Castello di Buda, chiamato anche il Palazzo Reale, domina la città. Nato come fortezza nel medioevo e trasformatosi in uno splendido palazzo rinascimentale, il Castello con la sua storia accompagna da secoli il destino della capitale ungherese.

Budapest, dopo la distruzione completa da parte dei turchi, la successiva  ricostruzione effettuata dagli Asburgo in stile neobarocco fu nuovamente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale ed è stata di nuovo ricostruita e restaurata, mantenendo la combinazione di stili e forme diverse.

Il Palazzo Reale è stato residenza dei sovrani ungheresi per oltre 700 anni, oggi invece è sede di musei e istituzioni culturali. A partire dal 1987 il Castello di Buda e le sponde del Danubio sotto la collina di Buda fanno parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

All’interno del Palazzo è possibile visitare gli appartamenti reali dell’edificio principale, il salone d’onore e diversi musei. Da evidenziare la Galleria Nazionale, che offre mostre permanenti e temporanee di altissima qualità. 

https://en.mng.hu/

La Chiesa di Mattia è stata testimone privilegiata dell’incoronazione di diversi re e regine e l‘8 giugno 1867 avvenne anche l’incoronazione di Francesco Giuseppe e di Elisabetta a Re e Regina d’Ungheria.

Il Bastione dei Pescatori, costruito tra il 1895 e il 1902 dall’architetto ungherese Schulek Frigyes, è composto da sette torrette. Il bastione, in stile neoromanico e lungo 140 metri, offre dall’alto una impressionante vista panoramica di Pest e in particolare del magnifico Parlamento ungherese.

Una meta da non perdere è senz’altro il Grande Mercato Coperto di Budapest, costruito nel 1897 ed esteso su una superficie di 10.000 mq, che si distingue per la sua costruzione in mattoni e metallo e il suo tetto ricoperto di ceramica colorata.

Anch’esso è classificato come patrimonio mondiale dell’Unesco.

www.youtube.com/watch?v=cI6fb6olbZI

Seguendo le tracce dell’Imperatrice a Budapest è quasi d’obbligo alloggiare presso l’Hotel Sissi Corvin Budapest.

https://corvinhotelbudapestsissi.h-rez.com/contact_it.htm