Tempo di lettura: 2 minuti

Abbiamo visitato l’Accademia Nazionale di Arte Equestre di Corato. A qualche giorno dalla 14° Mostra Nazionale del cavallo Murgese e asino di Marina Franca (Martina Franca, 1-5 dicembre) dove sono previsti gli spettacoli del gruppo.

Il manto nero inchiostro regala un contrasto fuori dall’ordinario con il deserto di pietre e bacche della Murgia di Corato. Il cavallo Murgese trafigge sempre più cuori fra gli appassionati e, qui, nel territorio in cui affonda le radici, dà il meglio di sé. Nell’Accademia Nazionale di Arte Equestre – “Nero Luminoso”, fondata più di venticinque anni fa da Franco Calisi, il quadrupede esprime le sue potenzialità nel migliore dei modi, facendo leva sul sodalizio cavallo-territorio.

“Le cose vanno bene – non ne fa mistero Franco Calisi, 57 anni  – e spesso – dice con orgoglio – non riusciamo a soddisfare la domanda che giunge non solo dall’Italia, ma anche da numerosi Paesi europei”.

Insomma, quella del Murgese è una storia che riempie d’orgoglio chi ne fa una ragione di vita, una missione, se si considera che il meraviglioso quadrupede nacque come cavallo da lavoro e ora si fa apprezzare anche nell’equitazione. “Il mercato tira, ma è bene sottolineare che per conseguire i risultati bisogna lavorare in modo assiduo, senza concedersi pause, per inseguire un risultato che per noi è imprescindibile: il miglioramento della razza Murgese”, afferma Alessandro Calisi, figlio di Franco.

Ma la passione funge da pungolo, stimola ad andare avanti, a non mollare. “Se non fossimo appassionati, tireremmo i remi in barca in un batter d’occhio”, ne è certo Alessandro.

Ma in cosa consiste l’impegno profuso dagli uomini che lavorano nell’Accademia?

“Il nostro impegno – riprende la parola Franco Calisi – va oltre gli stereotipi ordinari che si rilevano nella stragrande maggioranza dei maneggi: in altri termini è a tutto campo. Va dalla scuola di equitazione alla valorizzazione della razza, che per noi è l’obiettivo primario, passando per gli spettacoli”.

La valorizzazione cosa richiede?

“Un impegno assiduo– afferma ancora il fondatore dell’Accademia– che fa leva sugli spettacoli equestri che teniamo in manifestazioni nazionali e internazionali e sulla partecipazione a competizioni agonistiche di dressage, nel corso delle quali il cavallo Murgese dimostra la grande capacità di movimento”.

Ma torniamo per un attimo alle esibizioni. L’Accademia, che opera in sinergia con l’A.N.A.M.F., ne offre a ripetizione, garantendo emozioni intense agli spettatori. Lo spettacolo del gruppo “Nero Luminoso” sarà di stanza al Foro Boario di Martina Franca sabato 4 dicembre per poi replicare il giorno seguente. E cresce l’attesa per la Mostra nazionale del cavallo Murgese, dove l’Accademia porterà in “passerella” esemplari di livello elevato. E l’appuntamento qui a Corato viene atteso con trepidazione.

Giorgia Mangano

GLI APPUNTAMENTI

Sabato 4 dicembre alle 19 e domenica 5 alle 13, nel Foro Boario di Martina Franca, si terrà lo spettacolo dell’Accademia Nazionale d’Arte Equestre – “Nero Luminoso”.