Tempo di lettura: 2 minuti

“Fuori!” è il filo conduttore del settimo Festival del Viaggiatore, che dal 4 al 26 settembre anima tre province (Venezia, Treviso e Vicenza) e sei comuni (Asolo, Venezia Lido, Bassano del Grappa, Maser, Possagno e Mussolente). Fuori dalle rotte scontate, tra borghi e luoghi minori, per un turismo sempre più “slow” e consapevole. Una tendenza al centro degli incontri con fotografi, giornalisti, musicisti e viaggiatori professionisti.

Presentato nella magnifica cornice della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia il Festival del Viaggiatore – Premio Segafredo Zanetti si svolgerà, tra i borghi veneti più spettacolari, negli ultimi due week end di settembre (17-19 e 24-26). Alla Conferenza Stampa sono intervenuti: Emanuela Cananzi – Direttrice artistica del Festival del Viaggiatore; Marco Comellini – Direttore marketing Segafredo Spa; Antonietta De Lillo – Marechiaro Film; Riccardo Tozzi – Produttore Cattleya; Ha moderato l’incontro: Paola Casella, giornalista.

Il Festival è ideato da due donne, realizzato con uno staff prevalentemente al femminile, dalle giurie al settore comunicazione: la maggior parte degli incontri ha come protagoniste donne portatrici di valori fuori dal coro.

Un festival diffuso, nei luoghi e nei tempi, il Festival del viaggiatore 2021, non sarà solo Asolo, tradizionale sede della manifestazione giunta al settimo compleanno, ad ospitare gli incontri con fotografi, giornalisti, musicisti e viaggiatori professionisti e semplici appassionati con la valigia sempre in mano.
Il Festival toccherà Bassano del Grappa (Vi), Maser (Tv), Possagno (Tv), Mussolente (Vi) e infine Asolo (Tv), dove la manifestazione avrà il suo clou nel weekend del 25 e 26 settembre.

Foto di Aldo Pavan e Marco Rocelli (per le due direttrici del festival)