Tempo di lettura: 2 minuti

Il CERN annuncia le due squadre vincitrici della competizione internazionale Beamline for Schools 2021 (BL4S- un fascio di particelle per le scuole). Tra i 289 progetti di altrettante squadre di 57 paesi sparsi per il mondo (partecipazione senza precedenti, nonostante le difficoltà che in questo anno hanno dovuto attraversare le scuole) sono stati selezionati il progetto del team EXTRA del Liceo Scientifico “A. Scacchi” di Bari e il progetto del team Teomiztli della Escuela Nacional Preparatoria “Plantel 2” di Città del Messico.
Beamline for Schools è una competizione internazionale patrocinata dal CERN, nata nel 2014 in coincidenza con il sessantesimo anniversario della fondazione del CERN con l’obiettivo di portare gli studenti di scuola secondaria superiore a realizzare il loro esperimento scientifico affiancati da ricercatori professionisti, utilizzando un fascio di un acceleratore di particelle. Dal
2018, a causa del lungo periodo di spegnimento di LHC al CERN, le squadre vincitrici vengono ospitate presso l’acceleratore di DESY (Deutsches Elektronen-Synchrotron) ad Amburgo durante il mese di settembre. I due progetti vincitori hanno superato una selezione durissima, effettuata su tre livelli progressivi da parte degli esperti internazionali della giuria, che hanno valutato i “proposal” secondo criteri di fattibilità, capacità di seguire il metodo scientifico, motivazione e creatività. Il progetto EXTRA (Electron X-Ray Transition RAdiation), proposto dal gruppo di studenti del Liceo “Scacchi” (da cui il nome, EXTRA-team della squadra) intende studiare la radiazione di transizione (in questo caso raggi X) prodotta quando elettroni di alta energia attraversano l’interfaccia tra materiali con differenti proprietà dielettriche.

La partecipazione alla BL4S 2021 è stata proposta come attività per l’anno scolastico in corso nell’ambito delle iniziative che hanno luogo da alcuni anni con la locale sezione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e con il Dipartimento Interateneo di Fisica dell’Università e del Politecnico di Bari. Studenti del triennio, particolarmente interessati alle materie scientifiche, seguono un percorso di approfondimento sui rivelatori, la fisica delle particelle e astrofisica; partecipano ad eventi e masterclass quali l’International Cosmic Day e le Masterclass sugli esperimentI Fermi, ALICE e CMS, si occupano del monitoraggio dell’apparato per rivelazione di raggi cosmici della rete Extreme Energy Events installato nell’Istituto, e si avvicinano ai
linguaggi di programmazione.

Tredici studenti (Alberto Anelli, Micaela Belviso, Andrea Buquicchio, Elena Cassano, Matteo De Cosmo, Paolo Ginefra, Monica Martulli, Clara Picci, Dario Picicci, Remo Soriano, Alberto Tatulli, Giuseppe Tripaldella e Vittorio Zupo) hanno aderito alla proposta di cimentarsi con la partecipazione (prima volta per lo Scacchi) a questo importante concorso, mettendo in campo creatività, volontà, spirito di gruppo e desiderio di migliorarsi.
La squadra, capitanata dalle professoresse Maria Filomena Muscarella e Stefania Turbacci, coadiuvata dai docenti Bianca Fanti, Ilaria Iusco e Domenico Ricchiuti, sotto la supervisione dei tutor Dottor Mario Nicola Mazziotta e Prof. Marcello Abbrescia dell’INFN e del Dipartimento di Fisica, ha realizzato il proposal tecnico vincitore e un video di presentazione. Dalla nascita della competizione, nel 2014, lo Scacchi è la terza scuola italiana a risultare vincitrice.