Tempo di lettura: 1 minuto

Google firma i primi accordi di licenza con gli editori italiani. Rcs Media Group (che pubblica tra gli altri Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport), Sole 24Ore, Gruppo Monrif (con Quotidiano Nazionale Qn, Giorno, Resto del Carlino e Nazione), Caltagirone Editore (Messaggero), il Fatto Quotidiano, Libero, Il Foglio, Il Giornale, Il Tempo, Ciaopeople (Fanpage.it), Edinet (editore online tra l’altro di Genova24), gruppo Corriere (quello del Corriere dell’Umbria, Corriere di Viterbo, Corriere di Rieti, Corriere di Siena, Corriere di Arezzo) e poi ancora Citynews e Varese web: sono queste le case editrici che hanno trovato accordi economici individuali col motore di ricerca Usa per l’utilizzo dei loro contenuti all’interno di Google News Showcase, servizio di approfondimento sull’attualità per i lettori online.

Il punto di partenza da cui sono nate le trattative sono le nuove disposizioni previste dall’articolo 15 della Direttiva europea sul copyright (2019/790), in materia di uso delle pubblicazioni giornalistiche sul web. Il recente punto di arrivo, invece, sono stati in particolare gli accordi già firmati tra Google e gli editori in Francia (dopo vari di tentativi di intesa, poi rilanciati da un intervento dell’Antitrust) e in Australia (che aveva inizialmente messo sul tavolo una nuova legge per garantire ai mezzi di informazione adeguate remunerazioni per i contenuti prodotti e poi pubblicati su internet.