Tempo di lettura: 2 minuti

Distanziati, Solitari, Risoluti, arrivano così i Re Magi (video) al cospetto dell’altare della Chiesa del Santuario della Madonna delle Cappelle, a Laino Borgoalta provincia cosentina, sede della fedele riproduzione dei Luoghi Sacri di Gerusalemme.

Un cammino, quello dei Magi, seguiti dai tradizionali zampognari che vuole essere di buon auspicio per l’intera popolazione mondiale, affinchè entro quest’anno, fiduciosamente, possa davvero lasciarsi alle spalle la tragica parentesi pandemica.

E il luogo scelto per la rievocazione in costume non è certo casuale, almeno per i Fedeli locali, trattandosi della copia dei reali Luoghi Sacri di Gerusalemme che il lainese Domenico Longo realizzò nel 1557, a seguito di uno sogno premonitore che lo portò, a piedi, in quel di Gerusalemme, dove presa visione di quanto aveva visto in sogno, tornò nel suo paesello natìo, decidendo di erigere su un suo appezzamento di terreno il complesso  religioso a cui sono devoti tutti gli abitanti di questo piccolo verde borgo, cuore del Parco Nazionale del Pollino.

La rievocazione, inoltre, vuole rappresentare anche un gesto di profonda devozione alla Vergine del Santuario, celebrata ogni terza domenica di settembre, alla quale i devoti hanno rivolto non poche preghiere nei mesi passati, quando un focolaio aveva gettato la piccola comunità di due migliaia di abitanti nel pieno sconforto.