Tempo di lettura: 3 minuti

""
Claudio Goffredo

L’Italia perde uno dei suoi personaggi più eccellenti. E’ scomparso nella tarda serata di ieri a Bari per un male incurabile il Commendator Claudio Goffredo, imprenditore barese che ha portato il Made in Italy nel mondo.

Tutto nasce da una passione e da un’idea in cui credere. Ed è da questo stesso punto che nasce l’imprenditore Claudio Goffredo, uomo, padre e imprenditore che ha voluto mettere insieme in questi 3 ruoli il suo essere visionario e fortemente orientato.
L’amore per il mondo del tessile nasce poco dopo la laurea conseguita con il massimo dei voti in Economia e Commercio all’Università di Bari e l’iscrizione all’ordine dei Commercialisti di Bari. Un risultato, quest’ultimo, che lo colloca a 23 anni tra i più giovani iscritti d’Italia.
La sua storia aziendale inizia già da qui, tra proposte di gruppi multinazionali tra i più importanti, ma con la tensione continua a perseguire un sogno personale. Collabora con suo padre nella gestione dell’agenzia di rappresentanza con deposito di accessori per l’industria della confezione e dell’abbigliamento, sempre accarezzando il sogno di realizzare un’attività di fabbricazione di chiusure lampo.

""
Il management ZIP GFD: da sinistra Giorgio Goffredo (amministratore delegato), il fondatore Claudio Goffredo (presidente) e Pierpaolo Goffredo (amministratore delegato) 

Una passione che emerge per la complessità di un articolo tanto piccolo ed effimero quanto funzionale, una piccola opera che riesce a mescolare design, meccanica ingegneristica e arte insieme e che coinvolge know-how derivanti da mondi diversi, tra cui tessile, chimica, micro-meccanica e così via.
Nel 1978, Claudio Goffredo decide di fondare la prima azienda per la produzione di chiusure lampo nel sud, la prima ed ancora oggi l’unica industria del settore in tutta l’Italia centro-meridionale.
Nel 1987 idea e ripensa un nuovo stabilimento produttivo con l’obbiettivo di diventare un’azienda propositiva di articoli innovativi. Un obiettivo raggiunto oltre ogni previsione.
Tanto che oggi il marchio ZIPGoffredo è riconosciuto a livello europeo quale tra i più propositivi e all’avanguardia nel campo degli accessori moda del Made in Italy, che lo costantemente ispirato e caratterizzato nelle scelte di stile e di orientamento imprenditoriale.
Il terzo stabilimento entra in funzione nel 2008, terzo passaggio evolutivo di un’azienda che nell’idea di Claudio Goffredo vuole disporre di nuovi luoghi di lavoro, impianti ed attrezzature rispondenti alle più moderne filosofie di ecologia, rispetto dell’ambiente, attraverso il risparmio e recupero energetico ed insieme il costante miglioramento delle condizioni di lavoro delle risorse umane, sia nei processi produttivi che negli articoli prodotti, destinati all’utente finale.
Tre progetti e tre obiettivi sempre in forte anticipo con le richieste del mercato.
Il primo, grazie alla lungimiranza del suo fondatore, trasforma ZipGoffredo nella prima piattaforma produttiva Just in Time del settore delle chiusure lampo nel mondo; il secondo ha generato una realtà imprenditoriale che progettasse in rispondenza agli stimoli dati dalla creatività e dal design nel fashion; il terzo tutto volto a ribadire il profondo rispetto verso l’uomo e l’ambiente. Perché un sogno non è mai fine a sé stesso, ma sempre al servizio di qualcosa di più grande, e il mondo della moda in clienti illustri come Armani, Dolce e Gabbana, Elisabetta Franchi, Versace, Gucci…lo hanno sempre saputo e scelto per questo motivo. Quello di Claudio Goffredo e della sua azienda ZipGoffredo è un Made in Italy dai valori veraci come quelli che lo hanno sempre guidato nella sua impresa.