Tempo di lettura: 3 minuti

"magista"Il pugliese Antonello Magistà, titolare del ristorante Pashà di Conversano, si è aggiudicato il titolo di Personaggio dell’anno 2018 nella categoria sala e hotel, superando tutti gli altri concorrenti con uno scatto degno del miglior Pantani nell’ultimo turno di votazioni del Sondaggio di Italia a Tavola.

Il Premio Italia a Tavola è un gioco on line, giunto alla sua 11a edizione, in cui l’impegno del candidato a richiedere voti ai propri sostenitori, serve ad accendere i riflettori sul comparto ristorazione, così importante nell’economia del Paese.

Il conversanese Antonello Magistà, appunto, è risultato il più votato davanti a illustri personaggi del comparto come la sommelier Irina Mihailenko e il gran cerimoniere di Palazzo Chigi e noto volto televisivo Alessandro Scorsone, portando, così, la Puglia per la prima volta sul gradino più alto del podio.

"sabatelli"Magistà non è stato l’unico pugliese inserito tra i partecipanti al sondaggio di quest’anno, poiché la Puglia ha avuto un altro ottimo professionista inserito tra i cuochi, il bravissimo Angelo Sabatelli, fermatosi per pochi voti al secondo turno, a pochissimi voti dal noto volto di Masterchef Bruno Barbieri.

Quest’anno, quindi, la Puglia è riuscita a piazzare un suo uomo in vetta, ma la storia di questo premio, negli anni scorsi ha visto altri pugliesi ben figurare.

"romano_sandro"Risalgono al 2010 e al 2011 le migliori performance pugliesi nella categoria Opinion Leader con il gastronomo e giornalista barese Sandro Romano, inserito per cinque anni consecutivi e classificatasi al terzo posto nelle votazioni di quegli anni, vinte rispettivamente dalla conduttrice Elisa Isoardi e dal “gastronauta” Davide Paolini.

In tutt’e due le edizioni, Sandro Romano risultò anche il più commentato fra tutti i partecipanti al sondaggio e rimane a tutt’oggi l’unico pugliese ad essere entrato nell’elite degli opinion leader nazionali, la categoria che comprende giornalisti, conduttori tv, blogger di fama nazionale e critici gastronomici. 

Risale al 2012, invece, un’altra ottima performance di un pugliese nella categoria maitre e sommelier, quella del castellanese Gianni De Bellis, attualmente tornato in Puglia e titolare del My Wine di Monopoli.

"debellis"De Bellis si classificò secondo alle spalle dell’allora sommelier de “La prova del cuoco” Adua Villa, sfiorando la vittoria per pochi voti.

Le congratulazioni della redazione di LSDmagazine vanno, quindi, al bravissimo Antonello Magistà, che il 30 marzo prossimo ritirerà l’ambito premio nella splendida località toscana di Artimino.