Tempo di lettura: 2 minuti

"i"Inner Me la voce interiore di ognuno che cerca di comunicare i propri pensieri, i propri desideri e il bisogno di relazionarsi con il mondo esterno.

Inner Me è il terzo docu-film di Antonio e Giacomo Spanò nato mentre regista e produttore giravano The Silent Chaos, un lavoro sugli effetti della guerra civile in Congo.

Durante la loro permanenza a Butembo si imbattono nella comunità della Piccola Missione per Sordi della cittadina congolese. Da qui parte l’idea di realizzare Inner Me per raccontare le difficoltà di 4 donne sorde nate in Congo. Dopo la lavorazione di The Silent Chaos che pure ha ricevuto numerosi riconoscimenti, selezionato in più di 60 festival e premiato ben 15 volte, i fratelli Spanò ritornano a Butembo per raccogliere le interviste delle 4 protagoniste Jemima, Immaculée, Sylvie e Stuka che lottano contro soprusi, violenze, mortificazioni eppur vivendo ogni giorno come una nuova speranza per un destino più felice."i2"

In Africa la condizione delle donne è già difficile di per se, chi nasce in Africa donna sorda impara sin da bambina ad affrontare la vita quotidiana con coraggio, tenacia e resilienza. I sordi hanno bisogno di esser guardati per spiegarsi con i loro gesti e per leggere il labiale dei loro interlocutori.  L’indifferenza che avvolge le esistenze delle 4 protagoniste è difficile da rompere perché Jemima, Immaculée, Sylvie e Stuka, riescano a far sentire la propria voce, ad esprimere i loro desideri.

La tecnica usata per girare Inner Me non è quella di documentare la quotidianità delle protagoniste, bensì quella di lasciarle esprimere nei pensieri più intimi, nelle confessioni più profonde delle loro speranze e aspettative. La telecamera è quasi un accessorio al racconto delle protagoniste. Tutto viene registrato e documentato seguendo e dando voce ai gesti delicati, alle espressioni sui loro volti.

"i3"Inner Me è già ultimato ma dovrà essere sostenuto con finanziamenti per la postproduzione e la distribuzione.

Antonio e Giacomo Spanò hanno lanciato una campagna di crowdfunding  che con la formula “all or nothing” dovrà raggiungere i 14.000€. Per sostenere il progetto basta una donazione a partire da 5€ in su che è possibile effettuare con carta di credito attraverso il sito www.kickstarter.com. Senza il raggiungimento di questa cifra il film non potrà essere finanziato  e le donazioni non saranno addebitate.

Per saperne di più sulla campagna: http://kck.st/1N6n5Gj

Per saperne di più sul film e sui filmmakers: www.innermovie.com