Tempo di lettura: 4 minuti

"lilt"Ha preso il via il 16 marzo la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, organizzata dalla Lega Italiana Lotta contro i Tumori (LILT). 106 sezioni provinciali e circa 400 spazi prevenzione LILT distribuiti su tutto il territorio nazionale dal 16 al 23 marzo saranno alle prese con iniziative di promozione dei sani e corretti stili di vita, a favore della prevenzione. L’olio extravergine LILT sarà distribuito dai volontari nelle piazze italiane dal 16 al 23 marzo a fronte di un piccolo contributo.

Tumori, la prevenzione nasce dalla tenera eta’, educare i bambini alla prevenzione può fare la differenza, questo l’assunto della conferenza stampa svoltasi a Palazzo Chigi per la presentazione della 13esima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica LILT 2014 dal Ministro alla Salute Beatrice Lorenzin, dal Presidente nazionale della LILT, Professor Francesco Schittulli, dal Vicepresidente della Fondazione Campagna Amica, David Granieri, e dal Presidente di Unaprol, Massimo Gargano.

Accogliendo il nutrito parterre che ha animato la sala stampa di Palazzo Chigi, tra delegazioni provinciali della LILT, media e personalità, e ringraziando il Ministro della Repubblica Italiana per l’attenzione del Dicastero che rappresenta nei confronti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il Presidente Francesco Schittulli ha sottolineato la passione e la competenza degli operatori e volontari dell’Ente a essere al fianco del Servizio Sanitario Nazionale, in maniera complementare ed integrativa. Ruolo riconosciuto dallo stesso Ministro Lorenzin che ha voluto ringraziare l’impegno quotidiano della LILT e delle centinaia di migliaia di soci e volontari “che trovo negli ospedali e nei reparti più difficili, dove c’è più fragilità e sofferenza” protagonisti di una “guerra sanitaria, in cui ogni giorno per fortuna riportiamo una vittoria. Le battaglie vinte sono state tante ma la guerra finale non è ancora stata combattuta, e questa è una battaglia che si fa con le persone”. Il Ministro ha sottolineato inoltre l’importanza della prevenzione primaria e secondaria, di un corretto stile di vita, dal wellness al mangiar sano. “Il cancro si combatte prima di ammalarsi, con un corretto stile di vita che va insegnato e deve far parte della nostra educazione. E’ un contributo che diamo alla nostra società di appartenenza, ed è questo che fa la LILT. Vedere i simboli della LILT ricorda anche ad ogni donna un proprio dovere sociale”, cioè la prevenzione dei tumori più diffusi attraverso le opportune indagini strumentali. Le ha fatto eco il Presidente Schittulli sottolineando come siano fondamentali prevenzione e ricerca, ma per quest’ultima ci vuole più tempo, adottando invece una dieta sana, come quella mediterranea, che prevede mangiare poco, bere molta acqua, diminuire il consumo di carne rossa, associata ad una opportuna attività fisica, tutto ciò aiuta a prevenire le neoplasie. Medicina e scienza sono concordi nell’affermare che più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe se mangiassimo in modo diverso. E’ stato dimostrato, per esempio, che il 35% dei tumori dell’intestino e del colon retto sono ascrivibili ad una errata alimentazione. Il Presidente Schittulli ha inoltre ricordato l’importanza della Piramide alimentare LILT, elaborata, seguendo i principi della Dieta Mediterranea, assieme al Professor Umberto Veronesi, e finalizzata alla prevenzione dei tumori.

Parla pugliese la campagna di comunicazione “Insieme contro il cancro si vince” per la Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica, testimonial d’eccezione, infatti, Albano Carrisi, che ha mostrato durante la conferenza la bottiglia d’Olio Extravergine d’Oliva LILT, oro verde della nostra regione, simbolo della prevenzione per le sue acclarate virtù nutrizionali e proprietà benefiche e re indiscusso della Dieta Mediterranea. L’Olio Extravergine, premuto a freddo per mantenere intatte le sue proprietà organolettiche e salutari, sarà distribuito dai volontari nelle piazze italiane dal 16 al 23 marzo a fronte di un modesto contributo. Insomma più olio d’oliva nel piatto per prevenire i tumori. Il grande cantante pugliese ha lanciato un messaggio di speranza a chi, come lui, “tradito dal cancro” è riuscito a sconfiggerlo con un atteggiamento positivo, impegnandosi, poi, a dare “lezioni di salute, sin dalla più tenera età”. Tema questo più volte sottolineato dal Presidente Schittulli – per il quale educazione alimentare, attività fisica, cura per l’ambiente e lotta al tabagismo, fanno parte di una cultura della prevenzione, come metodo di vita, che andrebbe insegnata ai ragazzi sin dalle scuole primarie in un’ottica di interdisciplinarietà anche ministeriale, di collaborazione tra i Ministeri della Salute, dell’Agricoltura e della Pubblica Istruzione.

Partner dell’iniziativa, al fianco della LILT, la Fondazione Campagna Amica che coinvolgerà 100 mercati italiani in cui saranno distribuite le bottiglie d’olio d’oliva e gli Agriturismi di Terra Nostra che hanno messo a disposizione 32 ricette regionali, con le quali verrà diffuso in modo concreto e gustoso il messaggio di sensibilizzazione per una sana e corretta alimentazione, perché la prevenzione è in primo piano anche a tavola, così come sottolineato da David Granieri, vicepresidente della Fondazione Campagna Amica. La salute, ha spiegato, può trovare un alleato efficace proprio in quel “cibo sano, sostenibile e, perché no, italiano”, che da sempre vede la principale associazione agricola italiana in prima linea.

Messaggio condiviso dal Presidente di Unaprol, Massimo Gargano, che racconta di come l’olio italiano sia “un olio che aiuta la prevenzione”, purché insieme ai corretti stili di vita si presti attenzione “ai prezzi eccessivamente bassi della grande distribuzione” di oli non sostenibili per la scarsa qualità. Unaprol, Consorzio olivicolo italiano, collaborerà con la Fondazione Campagna Amica per la diffusione sui media dell’iniziativa.

La cultura della Prevenzione, se insegnata per tempo, può rivelarsi dunque l’arma vincente per le nuove generazioni, finalizzata a vincere definitivamente la guerra contro i tumori.