Tempo di lettura: 2 minuti

"AlbertoInaugurata poco più di una settimana fa, presso l’Istituto Italiano di Londra la mostra pittorica di Alberto Sughi – uno dei maggiori artisti italiani della sua generazione, grande rappresentante del "realismo esistenziale". La mostra nella captale inglese segna l’80o compleanno dell’artista e comprende opere eseguite dal 1950 ad oggi, quindi tappe significative del lungo cammino artistico del pittore che sembra aver creato un linguaggio capace di comunicare storie e situazioni intime alla natuara umana.
L’artista nasce a Cesena nel 1928. Un pittore autodidatta, ha Alberto Sughi iniziato a dipingere agli inizi del 1950, la scelta di realismo al dibattito tra astratto e figurativo, quindi arte espressiva del dopoguerra. Un aspetto significativi dell’autore e’ il voler guardare in faccia la realta giornaliera senza pero mai esprimere giudizio – ognuno ha diritto a vivere come crede, e come davanti ad un qudro, l’osservatore puo sostarsi ad ammirarne le parti per il tempo che riterrà necessario per apprezzarne la presenza. Nelle sue tele, Sughi evita qualsiasi tentativo di moralizzare sociale. Esse ritraggono momenti di vita quotidiana senza eroi – di conseguenza, la definizione di "realismo esistenziale" descrive pienamente il suo stile pittorico.
"AlbertoLe sue opere fanna parte alle piu’ grandi collezioni pittoriche internazionali e molti anche musei italiani e stranieri che hanno dedicato mostre retrospettive del suo lavoro, cinquant’anni di grande contributo artistico. La mostra è organizzata da l’Istituto Italiano di Cultura e RomArtificio ed è promossa dal Ministero degli Affari Esteri, con generoso sostegno della Regione Sicilia Assessorato al Turismo e della Fondazione Banco di Sicilia.