Tempo di lettura: 1 minuto

"festivalSarà presentata oggi la IX edizione del Festival Salento Negroamaro, Rassegna delle Culture Migranti della Provincia di Lecce che, nella ricorrenza dei vent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, concentrerà il suo sguardo sui Paesi ex comunisti. L’obiettivo è quello di approfondire i rapporti culturali e verificare come, a venti anni della fine del regime sovietico, sia cambiata la realtà culturale, sociale ed economica di quella parte del mondo e di come questi cambiamenti abbiano influito anche nel quotidiano dei Paesi occidentali.

Alla conferenza interverranno il Presidente della Provincia di Lecce Giovanni Pellegrino, l’Assessore alle Attività Culturali della Provincia di Lecce Aurelio Gianfreda, l’Assessore alla Cultura del Comune di Verona Erminia Perbellini, il Vice Ministro alla Cultura della Repubblica Polacca Tomasz Merta, l’artista Ennio Calabria autore di "La morte delle ideologie", opera diventata manifesto ufficiale di questa edizione del festival.
Salento Negroamaro prenderà il via la sera del 3 aprile (ore 19) con il vernissage di apertura della mostra Romeo e Giulietta: un sogno sospeso, dello scultore di origine salentina Enrico Muscetra, allestita presso l’Ex Convento San Francesco della Scarpa a Lecce fino al 15 maggio.

All’evento prenderanno parte il critico d’arte Vittorio Sgarbi, lo scrittore jugoslavo Predrag Matvejević, il Vice Ministro alla Cultura della Repubblica Polacca Tomasz Merta, il Senatore della Repubblica Polacca Janusz Sepiol, il Direttore del Centro Internazionale di Cultura di Cracovia Jacek Purchla, Sindaco di Lanckorona (Polonia) Zofia Oszacka.