Tempo di lettura: 1 minuto

 

"Pubblicità

Un’equipe di grande prestigio ha lavorato allo spot  di 40” in onda in questi giorni sulle reti nazionali, per lanciare l’inizio di un vasto programma di raccolta differenziata partendo dalla liberazione di Napoli dai rifuti. Una campagna voluta dalla Presidenza del Consiglio, d’intesa con il Dipartimento della Protezione Civile e realizzata da Pubblicità Progresso. Il gruppo di lavoro, messo insieme dal più accreditato player italiano nella comunicazione sociale, la Fondazione Pubblicità Progresso, ha raccolto professionisti di primo piano. Dall’agenzia Life, Longari & Loman sono stati coinvolti l’AD Alberto Tivoli e il creativo Andrea Concato, autore di campagne storiche per Barilla, Fiat, Colgate, Scottex, Nissan, Coca-Cola, General Motors e il regista Fabrizio Ferri, attualmente il più ricercato fotografo italiano nel mondo. Protagonista, l’attrice Elena Russo, interprete ideale per la sua napoletanità di uno spot raffinato, in larga parte in bianco e nero, dai sapori neorealistici e dai toni pacati. Al centro dello spot, un messaggio privo di toni trionfalistici, per ribadire che gli sforzi “del Governo” è come se appartenessero a “tutti gli Italiani”.
Pochi giorni prima di Natale, negli studios milanesi della casa di produzione Mercurio Cinematografica, gli scenografi hanno recuperato un paio di tonnellate di spazzatura per creare il set desiderato. Venti, fra attori e attrici, hanno interpretato l’azione del Governo e dei rappresentanti della società civile per liberare Napoli e esortare i cittadini a conservare la città bella come è sempre stata.