English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
us blackjack online casino ecocard casino newest us online casino casino slots bonus money bestusacasinos.org south africa casinos us online casinos no download internet slots machines online blackjack bonus

*-online.org mac online casinos for fun http://www.euro-online.org

Lucano 1894. Oggi, firma tra Alsia e Coldiretti Basilicata per la filiera certificata delle erbe officinali

11 lug 2017 | Nessun Comento | 1.199 Visite
Di:

Pasquale_VenaCon l’obiettivo di creare “nei prossimi tre anni una filiera certificata delle erbe officinali utilizzate per gli infusi che danno origine al celebre amaro, favorendo nel contempo il valore di autenticità e di origine controllata del prodotto», «Lucano 1894» – che produce circa quattro milioni di bottiglie l’anno dell’amaro, con 50 dipendenti fra Pisticci, Vico Equense (Napoli) e Milano – firmerà l’11 luglio prossimo un’intesa con Coldiretti Basilicata e Alsia.
L’intesa ha lo scopo di «sviluppare e valorizzare la produzione delle erbe officinali della Basilicata, ma è molto di più di un semplice accordo sulla produzione: di fatto sancisce la nascita di un modello di sviluppo basato sull’agricoltura sostenibile, sulla qualità e tracciabilità delle materie prime e sul legame identitario con il territorio di origine», hanno spiegato Lucano 1894 e Coldiretti.
Alla firma del protocollo saranno presenti il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, e l’ad di Lucano 1894, Francesco Vena, rappresentante della quarta generazione della famiglia che proprio dal 1894 guida l’azienda. Presenti anche «30 giovani imprenditori del campo agroalimentare direttamente interessati al progetto. Rappresenteranno quella filiera regionale delle erbe e delle piante officinali dell’Amaro Lucano, coordinata da Coldiretti Basilicata e assistita dall’Alsia, filiera che aspira a candidarsi a best practice per l’agricoltura della Basilicata».
«Anche se Lucano si trova al termine della filiera – ha detto Vena – il protocollo va a vantaggio di tutto il sistema agricolo della Regione ed è destinato a innescare un processo socio-economico virtuoso in grado di contribuire allo sviluppo economico della regione».
«Per noi – ha aggiunto Pasquale Vena, Presidente del Gruppo Lucano che controlla Lucano 1984 Srl – è un pò come tornare alle radici della nostra storia, quando mio nonno, Pasquale Vena, selezionava le erbe per creare il suo amaro, andando personalmente a coglierle nei campi attorno alla bottega di famiglia».
Secondo Lucano 1894 – che ha chiuso il 2016 con un fatturato pari a 24,5 milioni di euro (sette per cento in più rispetto al 2015) – «il principio della filiera territoriale certificata diventa così in Basilicata un modello anche nel campo degli spirits, vedendo coinvolte non solo le aziende agricole e la filiera a valle, ma anche il territorio e il paesaggio rurale, sull’esempio di quel che avviene per prodotti in cui il nome del brand riassume valori, vision, caratteristiche autentiche del territorio come Barolo, Chianti, San Daniele».

.

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

CASHBACK WORLD
per vie traverse
Il mondo visto di Traversa
Storie intorno al globo di un simpatico viaggiatore
di Michele Traversa
Richiedi la tua copia
Telefono: 080 5575940
E-Mail: direzione@lsdmagazine.com
1991-1995 La resa dei conti
per vie traverse
Vineaway - Produci il tuo vinoVineaway - Produci il tuo vino
per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie