English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Emiliano presenta Casa Puglia: “Investiamo in cultura, un motore di attrazione formidabile”

6 Mag 2019 | Nessun Commento | 414 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email
Un momento della conferenza stampa a Polignano

“Per la Biennale Internazionale di arte a Venezia apre “Casa Puglia”, per ricordare al mondo e a sé stessa Pino Pascali, un artista straordinario che è stato capace di opere stupende. Abbiamo investito tanto per recuperare “i 5 Bachi da setola + un bozzolo”, opera che la Regione ha acquistato e che verrà permanentemente esposta al Museo di Polignano e potrà girare per la Puglia e per il mondo. “Casa Puglia” a Venezia consentirà soprattutto alla cultura pugliese di esibirsi per sei mesi in una bellissima location in pieno centro alla Giudecca, Palazzo Cavanis, intercettando tutti i frequentatori sia della Biennale sia, a settembre, del Festival del cinema. Una grande operazione che abbiamo voluto realizzare per continuare a spingere nell’immaginario del mondo l’idea della Puglia come luogo di cultura, in particolare con riferimento all’arte contemporanea, che è un motore di attrazione formidabile anche di natura economica e turistica che intendiamo portare in tutti i territori della regione, per animare le funzioni più vitali delle comunità”.   Lo ha detto il presidente Michele Emiliano oggi in conferenza stampa, annunciando l’apertura di “Casa Puglia”: la presenza a Venezia della Fondazione regionale “Pino Pascali”, selezionata per la 58^ edizione della Biennale Internazionale d’Arte con la mostra “Pascali dall’Immagine alla Forma – From Image to shape”, sarà l’occasione per presentare a livello nazionale e internazionale le eccellenze delle Arti e della Cultura della Regione Puglia.   “Giriamo il mondo per stringere legami, invogliare sempre più persone a fare cose con noi e soprattutto da noi. La funzione di questi investimenti in cultura non è per la gloria di chi detiene il potere, ma è per creare nuove occasioni per tutti i cittadini e gli operatori. Siamo convinti che le persone si muovano anche perché mosse dalla curiosità di provare un’emozione, emozione che l’arte contemporanea è in grado di scatenare.  Dobbiamo ricominciare a costruire, intorno all’arte contemporanea, provocazioni in tutta la regione”.   “A Pino Pascali – ha concluso Emiliano -dobbiamo moltissimo perché è lui che ci ha portato sin qui: se oggi ci siamo potuti permettere di avere “Casa Puglia” a Venezia lo dobbiamo a Pino, altrimenti non avremmo potuto parlare con questa legittimazione di arte contemporanea.  Mi permetterete quindi di ringraziare tutte quelle vite complicate che però, spesso, lasciano dietro molto più delle vite ben armonizzate, vite senza delle quali l’umanità probabilmente non riuscirebbe a smuoversi dal suo seminato. Tutto questo è quindi anche un grande tributo a una persona, Pino Pascali, alla quale dobbiamo molto”.   “La Puglia porta a Venezia l’intero sistema della Cultura, delle Arti e delle Spettacolo. Da maggio a novembre 2019 – ha spiegato Aldo Patruno, direttore regionale del Dipartimento Cultura e Turismo – si alterneranno a Palazzo Cavanis tutti gli enti e le fondazioni partecipate da Regione Puglia e dai Comuni pugliesi con eventi importanti e rappresentativi di produzioni artistiche e culturali, realizzati in collaborazione con le Accademie di Belle Arti di Bari, Lecce e Foggia, con il Polo Biblio-Museale regionale e altre importanti istituzioni nazionali e internazionali, a partire dalla stessa Biennale, dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma e dall’Accademia di Belle Arti di Venezia. Dalla Fondazione Teatro Petruzzelli alla Fondazione Notte della Taranta e alla Fondazione Paolo Grassi/Festival della Valle d’Itria, dal Carnevale di Putignano alla Fondazione Di Vagno ai Presidi del Libro. Con un accompagnamento costante da parte di Teatro Pubblico Pugliese-Consorzio regionale per le Arti e la Cultura, Pugliapromozione e Apulia Film Commission che culminerà in un grande evento pugliese in occasione della Mostra del Cinema di Venezia dal 28 agosto al 7 settembre”.     EVENTO INAUGURALE: FONDAZIONE NOTTE DELLA TARANTA 9 maggio 2019 L’evento inaugurale è in collaborazione con la Fondazione Notte della Taranta: il 9 maggio alle ore 18, subito dopo il taglio del nastro, i Danzatori del Corpo di Ballo La Notte della Taranta (Cristina Frassanito, Laura Boccadamo, Lucia Scarabino, Serena Pellegrino, Fabrizio Nigro, Stefano Campagna, Marco Martano, Andrea Caracuta) eseguono una coreografia dedicata al progetto, riprendendo le tematiche cardine della poetica di Pino Pascali, mentre alle 19 si svolge una grande festa nell’atrio del Palazzo, con il repertorio musicale e danzante della notte della Taranta. I musicisti dell’Orchestra Popolare (Giuseppe Astore (violino), Leonardo Cordella (organetto) Salvatore Galeanda (voce e tamburello) proporranno inoltre un brano della tradizione salentina legato alla terra e al mare.   A seguire un primo elenco work-in-progress dei grandi eventi di Arte e Cultura che dal 9 maggio inonderanno Venezia di Puglia.   FONDAZIONE CARNEVALE DI PUTIGNANO Appuntamento il 15 e il 16 maggio (dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 17) con i laboratori di cartapesta Pino Pascali e i colori del mare, realizzati in collaborazione con la Fondazione Carnevale di Putignano presso Palazzo Cavanis. I laboratori saranno dedicati a tutti coloro desiderano mettere le “mani in carta”, dare forma a piccole opere in cartapesta e immergersi nella magia del Carnevale più antico d’Italia e più lungo d’Europa. A condurre i partecipanti (grandi e piccini) nel magico mondo della cartapesta i maestri Domenico Galluzzi, Angelo Loperfido, Vito e Paolo Mastrangelo che, insieme agli altri artigiani putignanesi, danno vita ai giganti e spettacolari carri allegorici. Saranno loro a raccontare come nasce un carro allegorico, dimostrare i vari passaggi della lavorazione della cartapesta e guidare i partecipanti nella realizzazione di piccole opere sul tema del mare, ispirate all’artista Pino Pascali. La due giorni con il Carnevale di Putignano si inserisce nell’ambito degli eventi collaterali della mostra “Pino Pascali. Dall’immagine alla Forma”, a cura del Museo di Arte Contemporanea di Polignano a Mare. Oltre i laboratori di cartapesta, Palazzo Cavanis ospiterà una serie di altri incontri dedicati alla contaminazione dei vari linguaggi della contemporaneità. Filo conduttore è l’arte contemporanea a partire dall’opera Pino Pascali e degli anni ’60 che si incrocerà con la musica, il cinema, la danza, il teatro, la letteratura in collaborazione con il network dei partner culturali della mostra Pino Pascali- dall’Immagine alla Forma.   13 giugno – “L’arte contemporanea fuori dai musei” Progetto espositivo itinerante delle opere di Pascali in luoghi non convenzionali in collaborazione con Polo Biblio Museale di Brindisi e Lecce   22-29 giugno – “Intorno a Pino Pascali” Percorso performativo di danza site specific. In collaborazione con Consorzio Teatro Pubblico Pugliese   PRESÌDI DEL LIBRO 4 luglio 2019 Tra le forme infantili del gioco e dell’avventura che Pino Pascali coniuga in modo geniale e creativo con quelle mitiche della cultura e della natura mediterranea c’è il travestimento di Pulcinella. Iniziativa a cura dei Presìdi del libro con la partecipazione di un autore di un libro sulla maschera campana della commedia dell’arte e di uno dei maggiori interpreti nazionali dei canovacci classici di Pulcinella.   TEATRO PUBBLICO PUGLIESE 25 luglio 2019 DETTOFATTO Percorso a ritroso nel futuro pascaliano Vito Facciolla Azione Teatrale ideata, composta ed eseguita da Vito Facciolla per la Fondazione Pino Pascali-Museo D’Arte Contemporanea Elementi scenografici ideati e realizzati da Vito Savino e Vito Facciolla V&V Sound designer Giorgio Carofiglio Collaborazione al progetto Anna Damiani Produzione ARIELE   dal 28 agosto al 7 settembre Proiezioni cinematografiche e talk dedicati a Pino Pascali in collaborazione con la Fondazione Apulia Film Commission e Puglia Promozione   FONDAZIONE GIUSEPPE DI VAGNO   10 settembre 2019 Tavola Rotonda: Pascali e il ’68. La cultura come impegno politico.   Nel giugno del 1968 Pino Pascali è alla Biennale di Venezia, che si svolge in un clima di proteste e manifestazioni, tra assemblee pubbliche e cariche di polizia. È impegnato con l’allestimento del padiglione Italia ai Giardini. Nella discussione generale se abbandonare o meno la Biennale interviene così: “l’artista è stato sempre vittima della politica…  Che la struttura della Biennale non vada è fuori discussione; ma questo è un problema che non devono risolvere gli studenti da una parte e la polizia dall’altra. Con la violenza fisica non si risolvono le questioni che riguardano problemi morali e intellettuali”. Da queste parole pubbliche, dall’impegno artistico politico di Pascali, dal ’68 come anno simbolico, la fondazione Giuseppe Di Vagno nel suo ruolo di moderno istituto di cultura fa partire riflessione sul tema più generale della “Cultura come impegno politico”.   Con la partecipazione di Oscar Buonamano, direttore di Pagina’21 Anna D’Elia, critica d’arte Rino Bianchi, fotoreporter Leonardo Musci, archivio storico fondazione Giuseppe Di Vagno, Conversano Fiora Gaspari*, archivio storico di San Servolo, Venezia Alberta Basaglia*, psicologa, comune di Venezia Pietro Del Soldà*, conduttore “la città ne parla” Rai Radio3 Massimo Cacciari*, filosofo   *invitati in attesa di conferma   19 settembre – Convegno “Restaurare l’arte contemporanea” focus sulle opere di Pino Pascali. In collaborazione con La Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e il Polo Museale della Puglia   FONDAZIONE PAOLO GRASSI 28 settembre 2019 Protagonisti del concerto saranno i musicisti del TRIO “GIOCONDA DE VITO” (Silvia Grasso, violino – Gaetano Simone, violoncello – Liubov Gromoglasova, pianoforte), trio in residence della Fondazione Paolo Grassi, e LIDIA FRIDMAN, soprano allieva della Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti”. In programma musiche di: Leonard Bernstein, Chick Corea, Giovanni Sollima, Domenico Turi e una nuova commissione a un noto compositore italiano (i cui dettagli sono al momento in via di definizione, La prego su questo di attendere novità da parte del Direttore).   FONDAZIONE PETRUZZELLI Domenica 29 settembre La Fondazione Petruzzelli presenta il pianista Mirco Ceci, uno dei migliori esponenti della musica pianistica pugliese, vincitore della 24° edizione del prestigioso concorso pianistico “Premio Venezia” e che si è esibito per le maggiori associazioni concertistiche italiane, fra le quali il Teatro La Fenice di Venezia, nonché a Londra, Saragozza, Schaffhausen e Bellinzona. Il programma trova ispirazione nel legame di Wagner con Venezia, dove il compositore visse alcuni mesi e vi ritornò più volte nel corso della sua vita, e nei suoi maestri:   Mozart: fantasia k475, Haydn: piano sonata hob.16/51, Beethoven: piano sonata op.78, Wagner: in das album der furstin metternich, ankunft bei den schwarzen schwenen, Weber: piano sonata n.3    12- 15 novembre – “Pino Pascali e la Fotografia come progetto” Laboratorio di fotografia. In collaborazione con le Accademie di Belle Arti di Venezia, Bari, Foggia e Lecce

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie