English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Mirta Moraitis, un’italiana biologa alle Maldive

13 Apr 2012 | Un Commento | 4.759 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Mirta MoraitisDa sempre considerate un angolo di paradiso, le Maldive contano 26 atolli sospesi tra cielo e mare e sono il regno incontrastato di pesci colorati e giardini di coralli: un delicato ecosistema minacciato dall’innalzamento della temperatura dell’acqua e dal massicciointervento umano in queste isole. Per la salvaguardia dell’ambiente marino – risorsa essenziale dell’arcipelago maldiviano – il gruppo alberghiero Banyan Tree Hotels & Resorts dispone di un Marine Lab, il primo del suo genere gestito da un gruppo privato.Il Banyan Tree Marine Lab ha sede nei due resort “cugini” Banyan Tree Vabbinfaru (2004) e Angsana Velavaru (2006), ed è diretto dalla simpatica biologa italiana Mirta Moraitis, laureata all’università di Ancona in Biologia Marina e Oceanografia. Dal 2006 Mirta gestisce un equipe di collaboratori e dei progetti concreti per rendere più sostenibile l’impatto dell’uomo sull’ambiente circostante. L’impegno del Marine Lab si traduce principalmente nella rigenerazione della barriera corallina attraverso la creazione di un giardino di corallo e nella difesa delle tartarughe oltre ad altre interessanti iniziative come lezioni di biologia marina (fish talks) ed educazione ambientale nelle scuole locali, uscite di snorkeling e di immersione.La giornata di lavoro di Mirta è scandita dalle numerose attività del centro. Sveglia alle 7:30 e in pochi minuti raggiunge il suo “ufficio” rigorosamente a piedi nudi nella sabbia. Dopo la riunione del mattino con i collaboratori, iniziano ad arrivare i primi ospiti al Marine Lab per le classi interattive di biologia marina. Alle 10 parte la prima escursione guidata di snorkeling alla scoperta della variegata specie marina della barriera corallina.Alle 11, assieme agli ospiti, porta il pranzo alle tartarughe verdi il cui menu è a base di tonno, molto facile da trovare alle Maldive. A seguire, tocca la colazione – sempre a base di tonno – delle tartarughe più piccole nella vasca con cambio dell’acqua. Dopo pranzo altra immersione in laguna, dove Mirta con molta pazienza sta ricreando un giardino di coralli partendo da una griglia di ferro e palle di cemento ancorate al fondale, dove trapiantare frammenti di coralli rotti al fine di ricreare un valido habitat per i pesci. Alle 17 tocca ai trigoni, che attendono il cibo sotto il molo e per finire alle 18 altra lezione di educazione ambientale. Una sbirciatina alla posta elettronica, uno sguardo al tramonto eun’altra giornata volge al termine.La scelta di trasferirsi alle Maldive per Mirta è stata dettata dalla sua grande passione per il mare e anche dalla volontà di abbracciare uno stile di vita più semplice dai ritmi più lenti, quasi un ritorno alla natura. Dopo la Laurea in Biologia Marina, ha completato nel 2004 il Master in Giornalismo scientifico per gli ambienti acquatici presso l’Università Bicocca di Milano.Possiede brevetto PADI ed è istruttore scuba diving. Di origini italo-greche, Mirta è nata e cresciuta a Vicenza in una famiglia poliglotta e parla italiano, francese, inglese e un p0′ di greco. La sua area di competenza è rappresentata dai nudibranchi, molluschi colorati che a suo avviso “sembrano pennellate di colore in miniatura“, ma è anche appassionata di mante, i “giganti del mare“. Mirta è attualmente alle prese con lo studio dell’impatto sull’equilibrio e sulla salute delle scogliere coralline dei predatori dei coralli in genere, stelle marine, molluschi e pesci corallivori.Oltre al Marine Lab, i due resort Banyan Tree Vabbinfaru e Angsana Velavaru offronomolte altre attività, tra cui numerosi sport acquatici tra cui: diving, kite-surf, kayak, snorkeling. Gli ospiti possono inoltre praticare la pesca notturna a bolentino nel rispetto degli standard della pesca sostenibile. E’ proposta anche una crociera al tramonto sul dhoni (tipica imbarcazione maldiviana). Per gli inguaribili romantici, è inoltre possibile organizzare un picnic oppure una cena al tramonto su un’isola deserta. Per chi predilige la sabbia vi sono beach volley, football, ping pong e kite flying. Anche i piccoli ospiti sono coinvolti in entusiasmanti esperienze grazie alle attività sportive e ricreative del Kid’sClub dell’Angsana Velavaru.Per maggiori informazioni e prenotazioni: banyantree.com o angsana.com.Banyan Tree Holdings LimitedBanyan Tree Holdings Limited (“Banyan Tree” o il “Gruppo”) èleader nella gestione e sviluppo di resort di lusso, hotel e Spa in Asia-Pacifico e conta 30 proprietà, 65 Spa, oltre 80 boutique e 2 campi da golf. Il Gruppo gestisce e/o possiede resort e hotel di diverso target.Il business principale del Gruppo è la gestione, lo sviluppo e la direzione di resort e hotel sotto i brand Banyan Tree e Angsana. Banyan Tree gestisce inoltre il primo resort integrato della Thailandia – Laguna Phuket, attraverso la controllata del Gruppo, Laguna Resorts & Hotels Public Company Limited.Angsana Hotels and ResortsAngsana è una catena alberghiera in grado di soddisfare le esigenze del viaggiatoremoderno in cerca di stile e autenticità. Le strutture del brand Angsana sono stateprogettate per fornire esperienze uniche ed esclusive sia per il segmento business sia per quello leisure. Ogni hotel, resort, Spa e boutique del gruppo Angsana racchiude lo spirito e la cultura del proprio ambiente circostante, offrendo al contempo un forte senso di individualità legato al patrimonio asiatico, dal quale il brand Angsana proviene. Tutti i servizi a disposizione nelle proprietà di Angsana sono realizzati per permettere agli ospiti di godersi al meglio ogni momento della propria vacanza.

.

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie