English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Un ritorno alla tradizione per la messa in scena di Tosca al Teatro Petruzzelli

25 Mag 2012 | Nessun Commento | 1.290 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

ToscaSi può parlare di un ritorno alla tradizione e nel pieno rispetto di quanto voluto da Puccini, a proposito della messa in scena della “Tosca” andata in scena ieri sera nel Teatro Petruzzelli, terza opera del cartellone della stagione
2012. L’orchestra è stata diretta da Alberto Veronesi, la regia curata da Michele Mirabella.

Dunque, ritorno alla tradizione: nelle prime due opere della stagione 2012, entrambe con la direzione orchestrale affidata a Lorin Maazel, ‘Carmen’ era un’operaia al lavoro in una cupa Spagna devastata dalla guerra civile, e il ‘Barbierè si muoveva in un ottocento borghese mentre all’opera era stata data un’impronta più riflessiva.

Per questa Tosca, invece, il maestro Veronesi, che è stato a lungo responsabile del festival pucciniano di Torre del Lago, ha detto di aver voluto realizzare un’edizione filologica con una Tosca immersa nella sua originaria atmosfera
verista.  A convalida di questa teoria nel terzo atto l’orchestra utilizza le campane provenienti dell’Opera di Roma, le più fedeli nel riprodurre il suono voluto da Puccini per il debutto dell’opera.

ToscaMirabella a sua volta si è avvalso di scene e costumi ricchi di colore perchè – ha detto – “ho voluto mettere in scena la musica e le parole”. E nel rispetto di Puccini che – dicono le storie – avrebbe voluto eliminare la romanza ‘Vissi
d’arte…’, Mirabella ha posizionato il soprano sul proscenio, fuori dalla scena, e, con grande effetto, la fa cantare con le luci accese in sala come se la romanza fosse un elemento estraneo alla tessitura dell’opera. E ancora, per i tre atti, “tre
tipi di cielo sul muro di fondo: un primo materico, simbolico della pittura di Cavaradossi, un secondo allusivo alla messinscena galante di Scarpia, un terzo cielo realistico, un grumo di cielo rattrappito, che è quello – ha spiegato Mirabella – delle quattro del mattino, ora della morte di Cavaradossi”.

Tra gli interpreti Susanna Branchini, Walter Fraccaro, Marco Vratogna, Domenico Colaianni, che si alterneranno per le altre repliche con Annalisa Rospagliosi, Piero Giuliacci, Mario Bellanova. I costumi sono quelli del Teatro San Carlo di Napoli, le scene sono state curate da Alida Cappellini e Giovanni Licheri. Sono previste repliche domani, il 27, 28, 29, 30 e 31 maggio.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie