English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Tenuta Dello Scompiglio, a Vorno il festival di arti visive e relazioni interpersonali

9 Set 2011 | Nessun Commento | 2.214 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Tenuta Dello Scompiglio
La Tenuta Dello Scompiglio, che ha sede nella splendida campagna di Vorno (Lucca), è ormai diventata un vero e proprio cantiere artistico, grazie all’omonima Associazione Culturale, diretta da Cecilia Bertoni, che già da tre anni ha avviato attività di produzione e di residenza.
Nel mese di settembre l’Associazione organizza come di consueto tre fine settimana dedicati alle Arti, durante i quali sarà possibile assistere a performance di arti visive, spettacoli per bambini, ammirare opere di arte contemporanea.
Si potrà anche semplicemente godere della natura incontaminata del Parco, coniugando comunque il piacere di assistere ad eventi inusuali con la possibilità di immergersi in spazi naturali molto suggestivi.

Performance di arti visive Relazioni interpersonali a cura di Angel Moya Garcia dalle ore 16.00 nella Cappella e in altri luoghi della Tenuta.
Sette artiste sono state invitate a lavorare sui rapporti intersoggettivi, ispirandosi allo“Schema di Johari”, un metodo di rappresentazione della comunicazione interpersonale, messo a punto nel 1955 dagli psicologi statunitensi Joe Luft e Harry Ingham, che prova a definire le relazioni tra gli individui in quattro quadranti basati su due dimensioni. Mentre nella dimensione orizzontale si misura il grado di conoscenza che ognuno ha di se stesso, la misura verticale si riferisce al grado di conoscenza che gli altri hanno del soggetto. Le artiste sono così partite dalla riflessione sulla propria identità per giungere fino ai dispositivi della comunicazione quotidiana, addentrandosi in una o più aree di questo quadrante, valicando i labili confini che le dividono, accentando lo schema, capovolgendolo, reinterpretandolo o annullandolo attraverso il linguaggio performativo.
sabato 10 e domenica 11. Roberta Cavallari : Restando Umani da un progetto di Lucia Anselmi e Roberta Cavallari.
Una azione con il performer al centro dello spazio. Seduto, mangia e indossa indumenti intimi. Lungo lo spazio ci sono delle sveglie collocate a pavimento in modo sparso fra carbone e affiancate da stampe fotografiche di diversi formati.

Valentina Vetturi Un Esilio.
Un racconto in forma di libro, una sorta di vista guidata per il pubblico a partire dalla memoria personale del percorso. Un racconto in cui si intrecceranno finzione e realtà, elementi esistenti nel posto e storie inventate a partire dalla propria percezione di quello spazio.

Corinna Conci: Io non sarei io se non ci fosse un tu
Performance che consiste nel movimento della performer appoggiata su una pedana con TNT (tessuto non tessuto) che ricopre sul suolo la stessa superficie occupata tra gli alberi dal KRISTAL stampato di pizzo rosso.

Barbara Uccelli: Sleeping-Beauty in Srebrenica
Nella performance l’artista arriva con il pubblico; sale una scala dopo aver lasciato ai piedi di essa le scarpe. Raccoglie i fiori sistemati per la lunghezza della scala fino al soffitto. Scende la scala con un enorme mazzo e inizia a distribuire i fiori ai presenti, finché tutti avranno un fiore in mano. Poi con il mazzo rimanente si sistema nella bara di plexiglass e attende che tutti i presenti lascino cadere il loro fiore nel giaciglio, prima di abbandonare la cappella

sabato 17 domenica 18. Francesca Banchelli: (Horizon) The Youngest Phenomena
Tenuta Dello ScompiglioAll’interno di passaggi di libri e pezzi di marmo indirizzati all’installazione di un luogo di ricerca di uccelli e insetti, lo scenario si trasforma sotto gli occhi di tutti in un parallelo distaccato. Le attività dei performer originano una storia che perde il controllo sul piano reale trasponendosi in un evento che si svolge altrove e che prende corpo nella migrazione di un gruppo di uccelli; mentre la costruzione di un muretto diventa il luogo di archiviazione degli stessi materiali di ricerca.

Caterina Pecchioli: Relazioni a catena con Costanza Givone e Maria Goeminne“
L’installazione-performance è stata realizzata durante un periodo di residenza alla Tenuta Dello Scompiglio nell’aprile 2010 E’ un lavoro ispirato dalla riflessione su come il comportamento tra pochi individui determini cambiamenti su larga scala. L’installazione-performance è una scultura animata in cui 44 sedie cambiano costantemente e ciclicamente aspetto. I diversi assetti del gruppo di sedie sono condizionati dal tipo di relazione messa in atto dalle performer, quali: competizione, diplomazia, gioco, sfida etc. Ogni volta che il rapporto si trasforma innesca un meccanismo a catena che si propaga in tutta la “comunità” di sedie e che ne determina l’aspetto finale.

Barbara Uccelli: Sleeping-Beauty in My Lai

sabato 17 sera a seguire
Dj set alla Cucina Dello Scompiglio a cura di Andrea Pochetti e Mauro Carulli

Nel corso della serata verrà proposta una performance di musica e video che miscela il site specific e la magnificazione (utilizzo di microscopi digitali per generare i video proiettati) sulla base della denominazione dello Scompiglio: terra e foresta, cucina, cultura e quindi portando sotto la lente del microscopio gli elementi che lo Scompiglio ospita e contiene
Per la Terra verranno analizzati i terreni dello Scompiglio; per il bosco errano mostrate piante semi cortecce;per la cucina verranno analizzati i prodotti del buffet o della produzione gastronomica; per la cultura verranno analizzate parti delle opere istallate (la ruggine o parti delle opere del cimitero della memoria ) e se possibile il sangue degli artisti che ne doneranno una goccia

sabato 17 – domenica 18
attività per bambini – tree climbing

ore 15.00 Teatro della Tosse presenta Il Pifferaio di Hamelin
di Emanuele Contecon la regia di Enrico Campanati
La storia narra le vicende della città di Hamelin e del suo Sindaco che, per liberarsi dalle invasioni notturne di topi, decide di chiedere aiuto ad un pifferaio e al suo flauto magico. Il Sindaco pattuisce una cifra come compenso ma, al momento della resa dei conti, decide di non onorare la sua promessa. Per questo motivo il Pifferaio rapisce i bambini di Hamelin che verranno liberati grazie all’aiuto di qualche piccolo eroe scelto fra il pubblico.

sabato 24 e domenica 25

Eleonora di Marino: Ad una piazza
Una piattaforma di confronto libera per liberarsi, un’occasione per amplificare la propria voce, ma anche per stanare la voce di chi è costretto o si costringe al silenzio, non escludendo l’eventualità che nessuno si presenti sul palco

Caterina Pecchioli: Relazioni a catena #2
con Costanza Givone e Maria Goeminne
Barbara Uccelli: Sleeping-Beauty in Gikongoro

arti visive
nella vigna abbandonata
Il Cimitero della Memoria (mostra collettiva)

nella Cappella e nel Parco
opere di Jannis Kounellis, Maurizio Nannucci, Alfredo Pirri

Durante le performance di arti visive è prevista l’assistenza ai bambini
ingresso: adulti: euro 7,00 – bambini 3-12 anni: euro 5,00
Tenuta Dello Scompiglio
Via di Vorno 67, Vorno (LU) | tel. 0583 971475 – 338 7884145
info.ac@delloscompiglio.org – www.delloscompiglio.org

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie