English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Teatro Festival Magna Graecia dal 13 luglio i siti archeologici della Calabria viaggio unico tra teatro e cultura

13 Lug 2013 | Nessun Commento | 1.402 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Calabria
È un itinerario attraverso 13 siti archeologici della Calabria, che ha le aree archeologiche più estese di ogni altra regione italiana, il Teatro Festival Magna Graecia (13 luglio-29 agosto) con la direzione artistica di Giorgio Albertazzi, che intitola questa edizione ‘Agorà, quale luogo di incontro e centro della Polis’, e la partecipazione di nomi come Michele Placido, Massimo Ranieri, Enrico Montesano, Elisabetta Pozzi, Mariangela D’Abbraccio e tanti altri.

«Stiamo tentando una mutazione genetica: trasformare la Calabria da terra che consuma a terra che produce cultura e la esporta, puntando sui grandi beni archeologici della regione e sulla promozione del libro e della lettura come occasione di sviluppo», spiega l’assessore alla Cultura della Regione Mario Caligiuri. Con l’occasione, assieme al presidente Giuseppe Scopelliti, annuncia che si sta curando un libro particolare da donare a ogni nuovo nato e che nel 2014 gli interventi punteranno sui Bronzi di Riace, che verranno rimessi in piedi, sull’area di Sibari e su quella dell’antica Croto, mentre si celebra, sotto la guida di Vittorio Sgarbi, il quarto centenario della nascita di Mattia Preti (1613-1699), pittore di cui è in corso una mostra alla Venaria Reale di Torino, che poi sarà a Palazzo Corsini a Roma in un collegamento con la figura di Caravaggio, mentre altre esposizioni si faranno a Taverna (Ct), suo paese natale, e a Reggio Calabria.

Per Albertazzi «una manifestazione non deve mai finire in se stessa, ma deve aprirsi e collegarsi al resto della vita e delle attività che le stanno intorno, coinvolgere la società che nell’Agorà ha il suo simbolico punto di riferimento». Ad aprire il festival sarà così a Reggio il 13 luglio Montesano, appunto con ‘Agora», un suo recital tra pezzi di repertorio e cose nuove in omaggio alla Calabria e per discutere la situazione odierna. A chiuderlo, Michele Placido che, con due musicisti, due danzatori e una cantante, con ‘Amor ch’a nullo amato… amar perdonà guiderà il pubblico in un viaggio nel tempo sul filo della poesia per 6 serate, dal 22 agosto a Casignana al 27 al parco di Sibari.

Arriverà in Calabria anche Massimo Ranieri che vestirà i nuovi panni shakespeariani di ‘Riccardo III’, di cui firma anche la regia con musiche originali di Ennio Morricone, coproduzione tra il festival calabrese e quello di Verona che farà 7 repliche, dal 14 agosto a Sibari al 21 all’anfiteatro di Cirella. ‘Magna Graecià produce anche, tra l’altro, ‘Pathos’ con Mariangela D’Abbraccio, viaggio musicale tra teatro, poesia e canzoni tra Sudamerica e Italia (dal 18 luglio all’Abbazia benedettina di Lamezia al 22 al parco archeologico di Kaulon a Monasterace) e ‘Medeà con Caterina Costantini anche regista di una versione tra Seneca e Euripide per ritrovare la dimensione umana e il destino ineluttabile di questa donna (dal 22 luglio al parco di Scalacium a Borgia al 26 al parco dell’antica Medma a Rosarno). Da segnalare ancora Elisabetta Pozzi con la ‘Giovanna D’Arcò di Maria Luisa Spaziani; la Banda Borbonica, di cui fa parte anche Alfio Antico, con ‘Storie di piazzà; ‘La lunga notte di Medeà di Corrado Alvaro con regia di Americo Melchionda; ‘Il medico per forzà, rivisitazione della farsa di Moliere firmata da Mario Maruca.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie