English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Tanta musica e non solo rock per il Concertone del Primo Maggio a Roma

4 Apr 2011 | Un Commento | 1.705 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

ennio morricone
«C’è tanta musica meglio del rock», dice il premio Oscar, Ennio Morricone, che per la prima volta salirà sul mega-palco di Piazza San Giovanni per il concertone del Primo maggio e prenderà parte all’evento promosso dai sindacati, davanti a centinaia di migliaia di ragazzi. Tema artistico di quest’anno, ‘La storia siamo noì, un tributo ai 150 anni dell’Unità d’Italia. E per l’occasione il compositore italiano più famoso nel mondo regalerà alla grande piazza un brano inedito: ‘Elegia per l’Italià, eseguito dall’Orchestra Roma Sinfonietta, con cui collabora e gira il mondo da 12 anni.

Il debutto di Morricone e il ritorno al Primo maggio di questa Orchestra – nata nel ’94 sulle sulle ceneri della dismessa Orchestra della Rai di Roma – fa pensare a una virata del Concertone dal rock alla musica classica, si fa notare. Morricone reagisce quasi con veemenza: «Credete che solo il rock sia la musica dei nostri tempi? C’è tanta musica meglio del rock, che esiste solo se c’è un solista che la suona, e deve farlo bene, altrimenti non esisterebbe. Ritenere che il rock sia ‘la musica della gentè è limitativo. La cultura musicale è fatta di tanti affluenti. Anche il festival di Sanremo, che può anche non piacere, fa parte dei nostri tempi. Il Concerto del Primo maggio si allontana dal rock? E meno male!», esclama.

«Noi non vediamo barriere e steccati», conferma il patron del Concertone Marco Godano. L’evento celebrerà 10 grandi italiani, da Dante a Toscanini, da Totò a Pasolini, da Anna Magnani a Gigi Riva, da Don Pino Puglisi a Rita Levi Montalcini. E, sempre sul terreno delle celebrazioni, in piazza San Giovanni ascolteremo il coro del Nabucco, Bella ciao, Volare e l’Inno di Mameli. Il cast è ancora da definire, ma sarà tutto italiano e alcuni artisti «lavoreranno e creeranno insieme alla Sinfonietta», dice Godano che, riferendosi in particolare a Toscanini, protesta: «Qualcuno si è permesso di paragonare Bella Ciao a Giovinezza. Toscanini si rifiutò di suonare Giovinezza, inno fascista, fu picchiato e da lì l’esilio, che finì con la riapertura de La Scala».

«La musica va portata nelle case della gente», interviene Morricone, che contesta chi pensa che la sua musica debba essere ascoltata solo in luoghi istituzionali, perchè «la musica fa vita». E quando gli viene chiesto com’è nata l’idea di coinvolgerlo e come ha reagito alla proposta, risponde con disarmante semplicità: «Ho detto ‘va benè. E poi ‘speriamo che riesco a scrivere questo pezzò. A un certo punto ho pensato di rinunciare, poi l’idea è venuta. Un autore si rimastica sempre le solite cose – spiega con la modestia dei grandi – e io ho rimasticato le mie cose. Sono riconoscibile anche in questo pezzo, che ha tre citazioni dell’Inno di Mameli. Lo farò con una leggera tristezza, dato il momento drammatico attuale, penso al Nord Africa, all’Italia e ad altri luoghi. Spero che piaccia, anche se ha pochi momenti di spinta forte. Parte forte, poi si sviluppa in suoni leggerissimi. Senza una buona amplificazione non si sente niente. Solo il silenzio. Può essere anche bello ascoltare il silenzio…», dice ai presenti colpiti dalla divertente genialità di questo 82enne mostro sacro della musica contemporanea.

Morricone dirige solo la sua musica, ci tiene a dire, «perchè non voglio apparire nè sono un direttore d’orchestra». E infatti a dirigere sul palco sarà, come l’anno scorso, il maestro Francesco Lanzillotta. Ma stavolta farà un’eccezione: «Ieri mi è venuta un’idea: scrivere l’arrangiamento di un pezzo non mio – svela -, che precederà l’Elegia per l’Italia. È una canzoncina di 12 battute che racconta di un soldato che va via, lascia i suoi amori e va al fronte. E si sbriga per andarci, una cosa terribile. Sono questi uomini che hanno fatto l’Unità d’Italia», conclude commosso.

Infine, i sindacati hanno scritto al presidente della Repubblica perchè il Concertone 2011 abbia il suo Alto Patrocinio.

.

1 commento

  1. shauna76's Gravatarshauna76
    26 Novembre 2011 at 13:57 | Permalink

    La foto (rubata) qui presente è stata scattata da una mia amica, che canta con me nel coro del maestro Morricone. Non potete appropriarvi delle foto altrui e poi scrivere “©RIPRODUZIONE RISERVATA”!!!

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie