English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
“Suona francese” a Lecce la musica acusmatica con Denis Dufour e J. Prager

2 Giu 2011 | Nessun Commento | 2.313 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Suona francese
Ancora una volta la Musica acusmatica si fa sentire e lo fa per la settimana di attività organizzata al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” nell’ambito di Suona Francese, il festival di musica francese in Italia (www.suonafrancese.it) organizzato a Lecce dal 6 all’11 giugno nel conservatorio. Quest’anno la manifestazione è dedicata alle “musiques actuelles” ( jazz, elettronica, canzone d’autore), con 160 eventi in tutte le Regioni italiane, in 40 città, con l’adesione di 31 Conservatori di Musica, tra cui il la Scuola di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica Tito Schipa”, coordinata da Franco Degrassi. Questo evento vede la collaborazione di: associazione M.ar.e (Musica & Arti Elettroniche), associazione Motus, Musicaround ( www.musicaround.net), RadioPopolareSalento/Popolare Network, ed il nostro quotidiano on line www.lsdmagazine.com.

Per mettere a fuoco i termini generali della rassegna e comprendere la dimensione complessiva della settimana salentina di seguito una breve descrizione di cosa è la musica acusmatica ed il curriculum dei protagonisti che vi prenderanno parte.

Musica elettronica acusmatica intesa come musica elettronica realizzata in studio e memorizzata su supporto (generalmente su compact disk). Prodotta con qualsiasi tipo di dispositivo elettronico che sintetizzi o elabori suoni, si differenzia sia dalle elettroniche “di consumo” per l’assenza di suoni di batteria elettronica che scandiscono il tempo, sia dalla musica elettronica dal vivo (di origine “colta” o “popular”) perché, in concerto, non sono presenti strumentisti che producono o elaborano suoni;

“Concerto” acusmatico: diffusione delle composizioni in sala (anche in spazi non abitualmente destinati alla musica) attraverso un sistema di “proiezione del suono”, senza musicisti che operano “ dal vivo”. Sta al concerto tradizionale acustico (o misto acustico-elettronico) come il cinema sta al teatro: non prevede “attori” in carne ed ossa (strumentisti) ma solo immagini, in questo caso “immagini” sonore;

Sistema di proiezione del suono: così come in una sala cinematografica le immagini sono rese visibili sullo schermo da un sistema di proiezione che legge le informazioni contenute sulla pellicola, allo stesso modo nella sala da concerto i suoni sono riprodotti a partire dalle informazioni contenute sul supporto (compact disk);

Il sistema di proiezione del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce è composto da 26 altoparlanti con relativa amplificazione e consolle di controllo.

Jonathan Prager

Jonathan Prager è nato a Lione nel 1972. Tecnico del suono di formazione ha studiato composizione al Conservatorio di Lione con Denis Dufour e Jean Marc Duchenne, e poi con Bernard Fort. Ha vinto la medaglia d’oro di composizione al CNR di Lione, ha conseguito il diploma di musica elettroacustica all’Enm di Villeurbanne. Il suo pezzo Eau de Lune ha conseguito il premio Résidence al Concorso Internazionale di musica elettroacustica di Bourges nel 1996. Fa parte dello staff del festival internazionale di arte acusmatica Futura dal 1993 e della struttura di produzione, formazione e di realizzazione edizioni discografiche Motus dal 1996. Dal 1998 è professore di Acusmatica nel dipartimento Composizione e creazione sonora del Conservatorio di Perpignan. Interprete acusmatico dal 1995, ideatore degli acusmonium di Motus, ha già interpretato più di 600 opere del repertorio mondiale, una parte delle quali in prima assoluta, in Francia ed in altri paesi. Nel 2004 ha partecipato all’allestimento del rimo acusmonium italiano realizzato dall’associazione M.ar.e a Bari e ne ha formato l’equipe di interpreti. Si è esibito pressoché su tutti i sistemi di proiezione esistenti dall’Ina-Grm a Parigi, al Gmvl di Lione, a Musique et recherches di Bruxelles, a M.ar.e ( Bari), all’Imeb ( Bourges). Tiene regolarmente master-class, stage ed atelier interpretazione acusmatica a Perpignan, Lione, nell’Ile-de-France, in Italia, in Cina, in Giappone ed insegna ogni estate ai corsi presso Futura a Crest e Parigi. La sua intensa attività di concertista dimostra che è possibile una diffusione viva, sensibile ed efficace della “musica concreta” nel mondo.

wp-content/uploads/2011/05/denis1.jpgDenis Dufour

Nato a Lione nel 1953 Denis Dufour segue presso il CNSM di Parigi i corsi di composizione di Ivo Malec, Claude Ballif ( analisi), Guy Reibel e Pierre Schaeffer.
Compositore e ricercatore è stato membro dell’Ina-Grm dal 1976 al 2000 partecipando alla concezione di uno dei primi dispositivi di elaborazione numerica in tempo reale, il Syter e, successivamente l’Acousmographe.
Compositore, insegnante, organizzatore di numerosissimi concerti ed incontri professionali
ha fondato e diretto molte formazioni strumentali ( Trio GRM-Plus /TM+, Les Temps Moderns, ensemble Sintax). Nel 1993 ha creato il festival Futura dedicato all’arte acusmatica ed alle arti su supporto del mondo intero, poi nel 1996 il collettivo Motus per la produzione, la formazione e le edizionidiscografiche, infine la struttura Syntax che comprende un ensemble strumentale, l’organizzazione di cicli di manifestazioni, di concerti e di conferenze. Ha allestito e diretto numerosi acusmonium riconosciuti per la loro qualità sonora, esibendosi regolarmente in Francia ed in tutt’Europa, e ne ha formato gli interpreti.
Ha insegnato composizione acusmatica e composizione strumentale presso i Conservatori di Lione tra il 1980 ed il 1995, di Perpignano a partir dal 1995, di Parigi a partire dal 2007 e presso il Polo superiore di insegnamento artistico Paris-Boulogne-Bilancourt( PSPBB) a partire dal 2010. Alla metà degli anni ’80, cosciente della necessità di allargare il campo delle opere prodotte da una realizzazione in studio, fissate su di un supporto e ascoltate con altoparlanti, da dell’arte acusmatica una definizione aperta ( tradotta in molte lingue) che la colloca al di là del terreno strettamente musicale. Dal 2001 al 2004 ha effettuato una residenza presso il centro di arte contemporanea di Kerguéhennec ( Morbihan),
Come compositore è autore di più di 150 opere, sia strumentali che vocali, miste, acusmatiche, dal formato e dimensioni assai diversificate.
Dal 1980 collabora regolarmente con lo scrittore e poeta Thomas Brando. Vincitore di numerosi premi in Francia ( Sacem) ed in Italia, il suo stile è senza dubbio apprezzato dal pubblico melomane e dalla critica oltre che dall’ambiente musicale in senso stretto.
Le sue opere sono edite su disco nelle collezioni dell’Ina-Grm, di Una Corda, di License e di Motus [Jérôme Nylon]

Il programma

a) lunedi 6 mercoledì 8 giugno – Master class di composizione acusmatica con Denis Dufour, Conservatorio di Musica di Parigi

b) giovedi 9 sabato 11 giugno – Introduzione alla proiezione acusmatica, corso a cura di Jonathan Prager, Conservatorio di Musica di Perpignano

c) sabato 11 giugno ore 19.30 – Concerto acusmatico con la partecipazione di Jonathan Prager ( interprete italiano Leo Cicala, diplomando presso il Conservatorio di Lecce)

Verrà per l’occasione inaugurato il sistema di proiezione del suono del Conservatorio di Lecce. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero ed i corsi sono destinati agli studenti della Scuola di Musica Elettronica ma sono aperti alla partecipazione di uditori fino al raggiungimento di un numero massimo di iscritti.

In foto Denis Dufour e  Jonathan Prager.

Info: 347 71 42 538

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie