English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Strepitosa Giorgia al Palaflorio di Bari per cantare il suo ultimo Oronero (e tanto altro)

9 Apr 2017 | Nessun Commento | 611 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

giorgiaE’ un tour che ha già fatto segnare quasi tutti sold out iniziati da Milano e Roma quello di Giorgia che questa sera è passato dal palco del Palaflorio di Bari. L’occasione, per la cantante romana che ha inaugurato il nuovo tour qualche settimana fa in quel di Mantova, è quella per presentare dal vivo il nuovo album, Oronero, pubblicato lo scorso mese di ottobre e già certificato Disco di Platino. «Per questo tour ho pensato ad un’impostazione semplice, ma solo all’apparenza, esattamente come sono io», ha detto. E’ una scaletta di oltre venti titoli, compreso un introduzione strumentale e molti brani pescati dal passato, quella che Giorgia ha voluto organizzare per questa nuova carrellata di live nei palazzetti dello sport. «E’ un momento della mia vita in cui mi trovo anche a fare piccoli bilanci – ha spiegato la voce della nuova Vanità – e anche questa scaletta va un po’ in quella direzione. Nel mio percorso vedo però tanta coerenza e da questo punto di vista non ho grandi rimpianti». Semplicità, quello del palco di Giorgia, ma solo iniziale e apparente perché in realtà a muovere schermi e quant’altro durante il concerto intervengono anche dei veri e propri bracci robotici, come quelli utilizzati nel montaggio nelle fabbriche automobilistiche e impiegati per la prima volta in Italia durante uno spettacolo musicale. «Per la scaletta ho pensato al pubblico – ha precisato Giorgia – perché questa volta alcune canzoni non potevano proprio mancare. Ci sono anche brani di Oronero ma la priorità non era quella, diversamente da altri tour, durante i quali avevo altro da dimostrare». Una parte della scaletta, poi, è figlia anche dell’esperienza dello scorso febbraio sul palco del Festival di Sanremo che le aveva dedicato un momento celebrativo, durante il quale Giorgia aveva cantato anche le più datate Come saprei e E poi. “Quello di Sanremo è stato un momento pazzesco – ha confessato la cantante – e anche un appuntamento con la vita che avevo in mente da un paio di anni. E’ un palco speciale, magico, per qualcuno anche stregato e in quel momento è stato come se con me ci fossero anche gli autori di quelle canzoni, oltre alle persone che hanno lavorato con me in quegli anni». Durante lo show c’è spazio anche per i momenti di ballo robotico con il popping dei fratelli Patrizio e Rachele Ratto, dipinti di bianco per una citazione al video di Oronero, oltre che per un tributo a Pino Daniele e a Prince. «Il momento dei bis io li chiamo terzo tempo – ha aggiunto Giorgia – perché è il momento in cui mi rilasso. Questa volta approfitto dello spazio per parlare di Pino e accennare anche Che male c’è, oltre a qualcosa di Mangio troppa cioccolata. Il titolo me l’aveva suggerito proprio lui perché in studio mangiavo tantissima cioccolata». Dopo il concerto di questa sera, il tour di Giorgia proseguirà fino al 26 aprile, con chiusura al Pala Alpitour di Torino.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie