English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Corso sulla Panificazione. Il gotha della gastronomia dal 29 agosto si incontra ad Apricena

18 Ago 2015 | Nessun Commento | 1.105 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

paneI prossimi 29 e 30 agosto nell’Agricola Piano nel cuore della Daunia che produce alti prodotti per la gastronomia nazionale ed internazionale si terrà un corso sulla panificazione tenuto da illustri cultori della materia.  Abbiamo scambiato due chiacchere con Raffaele Piano ideatore del corso che ha spiegato a noi di LSDmagazine, sempre attenta allo sviluppo dei prodotti italiani di qualità.

Come ti è venuta l’idea di un corso sulla panificazione?

L’idea nasce dalla sete di informazioni della gente sulle mie farine e sul pane fatto con le stesse. Infatti in molti mi chiedono: “Cosa hanno di diverso le tue farine? Perché il tuo pane è così diverso? Lo sai che quando mangio il tuo pane non avverto il senso di gonfiore che provavo mangiando il pane che acquistavo normalmente? Altro…” Per cui ho pensato di  fare un corso nel mio uliveto dove uno chef panettiere, Marco Giacomella, spiegasse le farine naturali ed il metodo giusto di utilizzo con l’aiuto un professore, Leonardo Seghetti, che spiegasse come si facesse il lievito madre ed il suo utilizzo.

Cosa si può fare nel mondo dell’alimentazione che non si è ancora fatto?

Attualmente l’alimentazione è nelle mani dell’industria alimentare la quale costruisce il cibo per fasce di prezzo e per fare ciò da un lato impoverisce l’agricoltore e dall’altro avvelena il consumatore, altrimenti come si spiegherebbero l’olio extravergine di oliva bott. lt. 1  ad € 2,49? Vino in bottiglia da 750 ml ad € 0,99? Le merendine ad € 0,50? Ecc.. Per me l’unica soluzione sostenibile è la filiera corta, attuata attraverso un patto etico tra produttore e consumatore basato sull’alta qualità dei prodotti e sul rispetto dell’ambiente.

Cosa potrebbe fare la regione e come ti sei organizzato per portare i tuoi prodotti all’estero?

Attualmente le aziende che fanno qualità hanno dimensioni microscopiche e nessuna di esse da sola è in grado di affrontare il mercato in maniera adeguata. Purtroppo è un dato di fatto che nel meridione vi è una scarsa propensione al corporativismo, per cui la regione Puglia potrebbe incentivarlo e dotarlo di risorse. Per quanto mi riguarda ho fatto un B2B ad Helsinky e sto facendo investimenti sul web per un sito di e-commerce professionale, perché credo che a breve la metà del commercio mondiale  transiterà attraverso esso.

Per informazioni e adesioni al corso rivolgersi a Chiara Piemonti: chiaraxpiemonti@gmail.com

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie