English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Presentata la 38a edizione del Festival della Valle d’Itria. Si parte il 14 luglio

7 Lug 2012 | Nessun Commento | 1.404 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Festival della Valle d’Itria“In un Paese che sta perdendo la memoria di sè, chiude musei e teatri, dove si sta perdendo il concetto di bel Paese, noi abbiamo fatto scelte controcorrente e confermato l’investimento nella cultura”: lo ha sottolineato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della 38/a edizione del Festival della Valle d’Itria che si svolgerà a Martina Franca (Taranto) e in comuni limitrofi dal 14 luglio al 12 agosto prossimi.

“Abbiamo – ha detto Vendola – il Festival della Notte della Taranta, che pone il pop al centro del Mediterraneo, e il festival della Valle d’Itria che si svolge in uno scenario incantevole, e propone a Martina Franca e nelle altre città gioielli perduti del repertorio della musica colta, opere che furono rappresentate due, tre secoli fa e che poi sono andate smarrite, e ora, attraverso un lavoro scientifico e filologico paziente, tornano finalmente a vivere”. “Senza cultura – ha aggiunto Vendola – non va avanti nulla. Un territorio senza cultura è un territorio che non reagisce. L’arte è l’espressione sublime della voglia di essere liberi da qualsiasi condizionamento”.

L’edizione di quest’anno del Festival prevede quattro opere liriche, una delle quali commissionata dal Centro artistico Paolo Grassi, concerti programmati anche di mattina e di pomeriggio, un’incursione nella musica del Novecento, uno spazio dedicato ai bambini e uno alla proiezione di pellicole collegate alla musica. Le opere sono Artaserse di Adolf Hasse su libretto di Metastasio, con la direzione orchestrale affidata a Corrado Rovaris e la regia di Gabriele Lavia (l’opera non viene rappresentata da 250 anni); Nur, un’opera commissionata dal Festival al compositore aquilano Marco Taralli che racconta l’atmosfera nella città dopo il terremoto; Zaira di Vincenzo Bellini e L’Orfeo, una riduzione per ensemble moderno del libretto originale di un altro pugliese Francesco Buti.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il presidente della Fondazione Paolo Grassi, Franco Punzi, il direttore artistico, Alberto Triola, e i sindaci Francesco Ancona di Martina Franca, Donato Baccaro di Cisternino (Brindisi) e Piero Liuzzi di Noci (Bari) che, insieme con la Regione Puglia, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e la Camera di Commercio di Taranto, sostengono l’iniziativa.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie