English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Perché Mtv vede noi italiani “tamarri”?

29 Apr 2010 | Nessun Commento | 4.378 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

MTV
Il business è il business, e su questo non ci piove, ma se per raggiungere altissimi livelli bisogna farsi gioco di un intero popolo, in questo caso quello italiano, allora Mtv Usa vi è riuscita in pieno. Premesso che in quanto a gusto e stile, i programmi televisivi del “bel paese” non è che siano i primi, la nostra tv sforna programmi che sfiorano l’indecenza, dove i “tamarri” di casa nostra fanno a gara per  trovare un partner, vengono chiusi in una casa per mesi, o meglio ancora vengono spediti su un’isola deserta. Di questo ci siamo ormai abituati, avendo acquisito un certo occhio critico su quello che la migliore amica degli italiani, la televisione, ci propina da anni ed anni.

Tutt’altro invece sono riusciti a fare oltre oceano. L’emittente più amata dai giovani di tutto il mondo, MTV,  ha pensato bene di realizzare l’ennesimo reality, e fin qui nulla di male. Ma per tenere incollati allo schermo oltre quattro milioni di spettatori al giorno, bisognava trovare qualcosa di diverso, di audace, e un po’ trash. Allora per MTV è stato facile, recuperare otto ragazzi, quattro maschi e quattro femmine, accumunati tutti da un’unica caratteristica: “tamarri”.

Fin qui nulla di male, il programma negli USA ormai è un cult, gli otto beniamini ne combinano di cotte e di crude, tra un a serata in discoteca, che spesso si tramuta in incontri di boxe, nella sfrenata ricerca di partner occasionali, tra drink e quant’altro. Voi vi chiederete, dov’è lo scandalo??? Sono tutti di origine italiana!!!

Ebbene si, gli otto protagonisti del reality più trash del secolo sono italo-americani, bellocci palestrati,  sguaiati, super tatuati, e con un discutibile gusto nel vestiario, ed è per questo che ci si chiede se l’essere “tamarro” è sinonimo di italianità, almeno negli Stati Uniti. Sono questi gli ingredienti per un mix esplosivo, gli americani sono letteralmente impazziti, lanciando il programma tra i più visti della storia. Ma nessuno ha pensato alla nostra cultura, non siamo il “bel paese”, perché questa campagna denigrante, soprattutto nei confronti di quei  nostri lontani parenti che sono partiti per il “nuovo continente” in cerca di fortuna, e che adesso sono persone rispettabilissime.

Ma cos’hanno di così tanto speciale Vinny, Angelina, Mike, Nicole, Ronnie, Jenni, dj Pauly D e Sammi? A detta dei fan, la loro particolarità sta nella spontaneità e di essere talmente sopra le righe da rendere il reality il più divertente degli ultimi tempi. “Jersey Shore”, il titolo del programma prende il nome dalla località dove si trovano i nostri beniamini, il New Jersey, è uno spaccato sociale dell’uomo e della donna moderna, una sorta di sub-cultura presente sia negli Stati Uniti che in Europa, questo dobbiamo ammetterlo. Spesso Jesey Shore mostra personalità sorprendenti e ridicolmente divertenti, di ragazzi alle prese con le battaglie quotidiane, amori, scappatelle, lavoro, amicizia, vita notturna, eccessi, violenza, per arrivare  a scoprire che in fondo in fondo sotto tutti quei muscoli, abbronzatura e trucco, c’è qualcosa di più profondo.

A noi non resta che seguire le avventure dei “Guidos” e delle “Guidettes”, nome in gergo per definire gli italo-americani, e di non pensare al fatto che ci stanno facendo fare una brutta figura, piuttosto mettetevi nei panni di un turista americano che viene in Italia, e accende per sbaglio la Tv, magari dopo pranzo, e vai col festival della tamarraggine più estrema, mettetevi nei panni del turista e fatevi due conti.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie