English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Perché il tg1 mi fa arrabbiare?

9 Giu 2008 | Nessun Commento | 10.647 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

tg1

Io non capisco perché non riesco a terminare la visione del tg1 senza incazzarmi. Accendo la tv sperando che la domenica porti consiglio ai creatori del tg nazionale e che ti trovo? L’intervista a Gerge W. Bush. Quella faccia giuliva potrebbe essere un buon viatico per il pranzo che mi appresto a consumare, ma alle prime parole già il primo boccone mi va di traverso. George parla di forme alternative d’energia, elogiando il nucleare come quella che meglio garantirebbe la protezione dell’ambiente. E qui mi viene di pensare, che cosa ne sa Bush della difesa dell’ambiente? Forse avrà telefonato ad Al Gore per informarsi, ma non mi pare che ne sappia qualcosa! Ha pure dimenticato di firmare il trattato di Kyoto… sapete lui è un pò distratto… Forse si riferiva all’ambiente del ranch di Crafford -protetto dal Walker Texas Rangers-, difatti le centrali nucleari e le loro scorie saranno di sicuro poste anni luce lontano dal ranch!
Poi Bush, in vista della prossima visita in Italia, fa gli omaggi al padrone di casa. Al presidente Napolitano? No! A Berlusconi? Nemmeno. Ma al papa naturalmente! E dice, “la religione è pace, nessuno interpreta questo messaggio meglio del papa, anche nei confronti dell’islam, come ha fatto ricevendo il re dell’Arabia Saudita.” Mi viene in mente che il re saudita non sia esattamente un religioso, ma di pace è un grande esperto visto come ha “pacificato” il suo popolo sotto una dittatura a base di torture, pene di morte, violazioni continue dei diritti umani ecc…  Poi, il buon Riotta gli chiede: “che farà dopo che sarà scaduto il mandato?”. E lui, “scriverò un libro per essere sicuro che la storia comprenda le ragioni delle mie decisione” E che c’è bisogno di scrivere un libro? C’era un sacco di petrolio americano sotto il suolo iraqueno e ve lo siete andati a prendere, che c’è da capire! Non so perché ma immaginare Bush che scrive un libro mi ridà un pò di allegria. Poi insiste “fonderò un istituto di studio per difendere la libertà e promuovere i diritti umani nel mondo”. Immagino le materie d’insegnamento: fondamenti del patriot act, tecniche di umanità comparata con visita didattica ad Abu Ghraib e Guantanamo, teorie dell’esportazioni di democrazia e via dicendo… uhm dovrò magari mi iscrivo…

Abu Grahib

La seconda notizia tratta della strage a Tokio compiuta da un tizio uscito fuori di testa. Sette morti e decine di ferite. Il tizio è uscito di casa incazzato e a colpito a casaccio. Ma cosa aveva da essere così incazzato: avrà visto troppi tg!?
Segue il “caro” caro petrolio, sempre in aumento tanto che si prevede il raggiungimento fino alla fine dell’anno dei 200 dollari/barile. Già questo fa s^ che mi vada di traverso la seconda tagliatella (e non è semplice quando una tagliatella va di traverso). Quando sto per soffocare Scajola, dal G8 di Tokio, interviene a rassicurarmi: “noi crediamo nel nucleare” (tò, di nuovo il nucleare, già la seconda volta in pochi minuti… sarà un caso?) del resto che ci vuole, non sarà possibile avere una centrale nucleare prima di dieci anni, e per quelle di “quarta generazione” si dovrà aspettare il 2030. E come se un bambino andasse da suo padre e dicesse: “papà ho fame” e il padre, “d’accordo, inizio ad arare il campo, poi semino, raccolgo e tra qualche mese ti sfamo… se sopravvivi”. Lo so che il mio può sembrare disfattismo, ma tale propaganda per il nucleare mi sembra tanto l’ennesimo tentativo di procrastinare il problema, se non una mera strumentalizzazione politica. E in tanto noi che facciamo? Vorrà dire che invece di pagarle, le bollette, le utilizzeremo per riscaldarci e farci luce bruciandole.
Ho terminato il primo, a fatica, ma ce l’ho fatta. Mi ha aiutato la notizia dei funerali del carabiniere ucciso ieri nel salernitano. Non fraintendetemi, la cosa mi ha fatto pure iarrabbiare ma non allo stesso modo delle cazzate di Bush e dei proclami di Scaiola: il giovane è stato ucciso perché ha temuto di sparare tra la folla assiepata nell’ufficio postale, ed ecco che quando qualcuno si fa degli scrupoli ed interpreta il suo dovere fino in fondo – e cioè difendendo ad ogni costo l’incolumità del cittadino- finisce per pagarne le conseguenze. La cosa mi indigna soprattutto se penso a quanti suoi colleghi non si sono fatti scrupoli a Genova nei confronti di pacifici cittadini che manifestavano le proprie idee, mentre lui ha avuto tanto scrupolo anche di fronte a delle bestie (i rapinatori) che altro non capiscono se non la violenza ed il profitto.

G8 Genova

Il drammatico incidente stradale che ha distrutto una famiglia a nel potentino mi fa pensare che anche ai suv dovrebbe essere applicato uno speciale limite di velocità, proprio come per agli autocarri, vista la stazza e i danni che procurano. Mi chiedo cosa succederebbe… A proposito, lo sapevate che il nuovo codice stradale prescrive i suv ai neo-patentati mentre vieta auto come la smart e la 500 (vedi NewSD. Dei nostri veri padri – UNA MONOVOLUME E SEI UN UOMO VERO!)?
Cerco di non ascoltare dell’omertà in Calabria altrimenti divento razzista.
Ho addentato il mio pezzo d’agnello proprio nel momento in cui il cronista politico ha introdotto il servizio sulla politica interna: è intenzione di Berlusconi di abolire le intercettazioni telefoniche in sede di indagine giudiziaria. Ciò che mi ha fatto arrabbiare non è la notizia in sé, ma la reazione della sinistra: “Berlusconi vuole mantenere le intercettazioni solo per reati mafiosi e terroristici, mentre vuole abolirle per i reati economici e per la corruzione”. E allora? Che c’è da protestare, come credete si manterrebbe il sistema berlusconiano senza la corruzione e la concussione? Volete davvero che vada allo sfacelo? E tutta la storica lotta della sinistra per farlo prosperare (vedi mancata legge contro il conflitto di interessi) che fine farebbe? E sì, povero Silvio!”
Ah, ecco il vero regista occulto del tg, papa Ratzinger ed il suo Angelus. E poi l’europeo di calcio. Un giusto omaggio a Dino Risi – peccato solo per il commento di Mollica- ed infine la rubrica Benjamin. Prima che Riotta cominci spengo. E’ il momento del dolce e non voglio che nessuno mi rovini il gusto del mio tiramisù.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie