English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Oliena in Fiore, il 1° giugno in Sardegna si rievocano i riti tra sacro e profano

20 Mag 2013 | Nessun Commento | 2.137 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Oliena in FioreIl 1° Giugno si darà inizio alla seconda edizione della manifestazione “Oliena in Fiore”, un evento nato con la finalità di valorizzare gli antichi riti del solstizio d’estate, i miti e le leggende legate alla festa di San Giovanni e la sacralità del Corpus Domini, che in Sardegna si rievocano ancora oggi in tra il sacro e il profano in memoria di riti ancestrali.
L’evento è promosso anche dal Su Gologone, boutique hotel di Oliena, che domina il Supramonte nella Sardegna più autentica.
Vari appuntamenti animeranno tutti i fine settimana del mese a partire dalla processione del Corpus Domini, domenica 2 giugno, in una cornice di fiori lungo le vie del centro storico e con l’esposizione nei balconi e nelle finestre degli antichi costumi interamente ricamati in seta, fili d’oro e d’argento.
La manifestazione si concluderà il 24 giugno con la festa di S. Giovanni nell’antico Santuario Campestre al quale giungeranno in una processione a cavallo numerosi fedeli. Alla devozione ai riti religiosi si aggiunge la magia degli antichi rituali pagani, dalla raccolta delle erbe aromatiche che venivano utilizzate per scongiurare le malattie degli uomini e degli animali e per propiziare buoni raccolti o preservare da spiriti negativi le persone e le case, fino all’accensione di piccoli fuocherelli davanti agli usci delle case, intorno ai quali si fanno tre salti a forma di croce per la benedizione collettiva.
L’edizione della manifestazione di quest’anno avrà come filo conduttore l’arte, le forme, i colori e i tessuti. Tanti artisti tra i più estrosi della Sardegna interpreteranno questi temi con esposizioni e installazioni nelle case storiche del centro, che per l’occasione saranno l’insolito palcoscenico di una scenografia caratterizzata dalle inconfondibili connotazioni dell’arte sarda con particolari moderni e originali. Tra gli artisti presenti: Liliana Cano (pittrice e scultrice originale ed eclettica molto conosciuta e apprezzata anche all’estero), Igino Panzino (artista dalle infinite possibilità espressive dai disegni alla scultura), Nietta Condemi De felice (artista nota per la sperimentazione nel campo delle arti visive dell’intreccio e della tessitura), ecc.
Teatro di queste installazioni sarà il suggestivo edificio dell’ex Collegio dei Gesuiti, dove si potrà ammirare l’originale mostra “Vestiti di terra”, piccole statue in ceramica raffiguranti donne sarde nei tradizionali coloratissimi costumi, una sintesi della nuova opera dei critici d’arte Marco Marini e Maria Laura Ferru.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie