English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Nuovo importante traguardo per “Poesia in azione”: il gioco letterario “Clessidra” conquista l’Argentina

3 Mag 2016 | Nessun Commento | 1.025 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

cSbarca in Argentina Clessidra, il “gioco letterario” nato a Bari cinque anni fa su iniziativa del progetto Poesia in azione pensato e voluto da Silvana  Kühtz.  Il primo incontro si  terrà il prossimo 26 maggio alle 19:00 (ora locale), nella Società Italo Argentina di San Pedro a Buenos Aires. La notizia è arrivata dallo scrittore Jorge Sagrera, che ha esportato il progetto approvato, martedì scorso, dal Consiglio di Amministrazione della Società.

Si espande così questa  iniziativa che intanto era già approdata da tempo anche ad Acquaviva delle Fonti, Prato, Matera, Larino, Maglie e Cava de’ Tirreni. E’ “un gioco di azioni urbane” itinerante rivolto ad amanti delle parole dai 3 ai 100 anni. Azioni urbane perchè ci piace cambiare luogo ogni mese – dicono gli organizzatori – scoprire luoghi delle città, esplorare, stando insieme all’insegna delle nostre passioni”.  Infatti, Clessidra viene ospitata mensilmente in luoghi sempre diversi, al chiuso o all’aperto: associazioni, teatri, negozi, musei, pub, parchi, piazze, spiagge.

E ancora:  è un gioco rizomatico… si ispira cioè al fatto che a volte uno sguardo di superficie può cogliere le relazioni fra elementi provenienti dagli ambiti più disparati. Ma perchè si chiama così? Perchè ogni partecipante ha il tempo di una clessidra (dai due aic2 sette minuti a seconda delle esigenze e del numero dei partecipanti) per la sua “esibizione”.

Ogni mese c’è una parola di cui “prendersi cura”. La si può interpretare o trasformare come si vuole: per sinonimi e per contrari, per assonanza e per associazione, per passione e antipatia, attraverso una lettura, un’opera d’arte, una foto, un video, una musica, un disegno. E’ un modo per condividere passioni. Quali parole? Avverbi, sostantivi, verbi: fuoco, brividi, inciampare, mentre, striscia, sono alcune delle parole proposte durante gli incontri.

Due, semplici, ma tassative le regole.

  • Numero uno: si può intervenire esclusivamente come partecipanti e mai come semplici spettatori, anche se si gioca per pochi secondi, purchè si giochi!
  • Numero due: sulla base del tema, bisogna scegliere cosa proporre: si può leggere un brano, mostrare immagini o scene di film, far ascoltare suoni, brani musicali, canzoni, e proporre movimento di corpi ed esperienza dei sensi. Tutto, nel tempo di una clessidra.

Per giocare e per conoscere tema e location dei prossimi appuntamenti, bisogna scrivere a info@poesiainazione.it, tenendo sempre a mente la regola numero uno.

Su iniziativa dell’insegnante Barbara Buono, questo “gioco” è arrivato, da due anni, anche nelle scuole baresi. Sono già nove le classi, tra primaria e secondaria di primo grado, dove  si gioca con le parole grazie ai volontari  e ad alcuni insegnanti e dirigenti sperimentatori. Il tema scelto è solo un pretesto, uno spunto per tirare fuori una parte di c3se stessi e confrontarsi con gli altri.

Clessidra  è solo una delle iniziative di Poesia in azione, progetto nato su iniziativa di Silvana Kühtz per promuovere la lettura con attività molto diverse: laboratori, concerti sensoriali, letture pubbliche.

Silvana Kühtz, barese, dalla formazione scientifica e umanistica si è  laureata al Politecnico di Bari, con un dottorato britannico all’Imperial College e si è formata in Usa e Italia sui temi della comunicazione e della performance attoriale. Ha conseguito un Master di Comunicazione integrata ed è docente all’Università della Basilicata, a Matera, nel dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo. Da dicembre 2014 è curatrice di una collana Nap (non a pagamento) di Poesia in Azione, grazie al supporto della casa editrice SECOP di Corato. Sono nati così i Semi di Poesia In Azione, piccoli libretti spillati e tascabili, composti da un sedicesimo tipografico, utili “per poter coltivare in ogni dove il proprio giardino poetico“. Volta per volta, sei poeti diversi sono chiamati a scrivere due poesie sul tema scelto per ampliare così il nostro vocabolario in versi. E… tanto altro ancora.

 

 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie