English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Metodo intensivo di Ear Training. L’opera prima di Vincenzo Maurogiovanni

5 Giu 2013 | Nessun Commento | 2.291 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

vincenzo maurogiovanni
Metodo intensivo di Ear Training. Metodo ragionato per l’allenamento dell’orecchio, ad uso di ogni categoria di musicista”, ultimo lavoro di Vincenzo Maurogiovanni edito da Fo(u)r edition (www.four-edition.com), è un’opera di allenamento dell’orecchio musicale per la corretta e immediata percezione dell’altezza dei suoni, ora disponibile per tutti i musicisti e gli interessati alla materia.

Vincenzo Maurogiovanni, Viz per i suoi amici, partendo dal suo orecchio assoluto, ovvero la capacità di identificare una nota musicale senza l’ausilio di un suono di riferimento, e sintetizzando uno studio continuo applicato alla decennale esperienza maturata nel campo del’insegnamento, ha ideato un percorso didattico conciso ed efficace basando l’acquisizione della percezione dei suoni sul principio del do fisso e non su quello del do mobile.

Voce, basso o contrabbasso, chitarra, batteria o percussioni, washboard o armonica a bocca. Qualunque sia lo strumento utilizzato, questa nuova ed innovativa pubblicazione sull’ear training si rivolge a tutti i musicisti perché ha alla sua base una riflessione importante: educare alla corretta percezione dei suoni è fondamentale per diminuire le distanze tra un’idea musicale e la sua realizzazione. Viz vuole contemporaneamente stimolare la ricerca della creatività nei giovani che stanno per affrontare un percorso importante e mettere a disposizione, anche di chi con la musica lavora e si diverte, una traccia utile della sua opera musicale.

Proprio a chi mastica musica, che comprende benissimo come l’orecchio possa essere una bussola in grado di orientare nell’ampio mondo dei suoni permettendo di conoscere le proprie percezioni, particolare rilevante affinché ci si possa esprimere in maniera fluida ed immediata, Viz dedica le prime righe della nota introduttiva del libro:
“Una frase musicale – che sia essa di accompagnamento o solistica – o una progressione di accordi, devono rispondere a criteri di logicità e coerenza, esattamente come accade nel linguaggio scritto e parlato.
Le note sono le lettere dell’alfabeto, le frasi gli insiemi di note.
E’ importante però che la frase non parta alle “mani” ma dalla MENTE…”

La progressione didattica del “Metodo intensivo di Ear Training” è graduale e semplice da comprendere, essendo specifica per l’allenamento dell’orecchio musicale è accessibile ad ogni livello ma è consigliata una minima preparazione teorica. E’ suddivisa in dieci capitoli, ognuno dei quali prevede un percorso mensile, si comincia con esercizi di autovalutazione per arrivare a cimentarsi con i modi sulla scala maggiore e minore melodica. Così come in ogni campo di studio, è richiesta allo studente una costanza ed una dedizione senza compromessi: è una vera palestra per la mente e sarà necessario impegnarsi per apprezzarne i risultati.

Presentare il Vincenzo Maurogiovanni musicista non è cosa semplice.

E’ un bassista eclettico, che concepisce lo strumento musicale come un mezzo attraverso il quale riuscire ad esprimere e trasmettere la propria interiorità. Fermarsi, però, ad identificarlo con la figura canonica che la maggior parte degli appassionati hanno maturato circa il ruolo del bassista è limitante, infatti Viz svincola il basso elettrico dall’essere considerato mero strumento d’accompagnamento.
Il suo impegno è costantemente rivolto all’evoluzione musicale, al creare paesaggi sonori e linee d’accompagnamento d’impatto, traendo ispirazione da vari stili e periodi storici.
Utilizza una personale e particolare tecnica scaturita in modo naturale dall’esigenza di fare musica nel modo esteticamente più efficace possibile.

Ammira e si lascia influenzare sia da bassisti come Anthony Jackson per l’estrema intelligenza delle linee d’accompagnamento, Jaco Pastorious per la grande innovazione e John Patitucci per i fraseggi sassofonistici, che da musicisti quali Bill Frisell per la capacità di far dimenticare lo strumento suonato, Toots Thielemans per l’infinita eleganza, Gabriel Faurè e Brad Meldhau vista la sua attrazione verso il movimento impressionista e Vicente Amigo per la grande passionalità che trasmette con il proprio modo di suonare.

Si pone all’attenzione del panorama musicale internazionale con la vittoria nel concorso “Euro Bass Day 2007” tenutosi a Verona, conseguendo il primo premio quale miglior bassista europeo emergente. A conferma delle sue doti arrivano il primo premio nel concorso internazionale “Bass Master” dell’edizione 2010 di Zagabria in Croazia, diverse interviste sulle principali riviste specializzate, due dischi pubblicati ed uno in fase di produzione nonchè la collaborazione con diversi artisti Internazionali. Molto attivo anche nel campo didattico, avendo tenuto corsi e seminari in scuole di musica italiane ed europee, ha pubblicato un videometodo panoramico sulle possibilità musicali applicate al basso e, appunto, l’innovativo metodo di allenamento dell’orecchio musicale.

Il metodo didattico verrà presentato nelle scuole di musica italiane nel corso di seminari e masterclass itineranti.
E’ già possibile ordinarlo sia contattando la casa editrice nell’apposita sezione del sito web (www.four-edition.com) che rivolgendosi al management gestito da Nico Paulangelo (nicopaulangelo@gmail.com).

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie