English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Peppe Zullo ad Expo 2015 per rappresentare le eccellenze gastronomiche pugliesi

18 Apr 2015 | Nessun Commento | 866 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

e1Manca poco all’inaugurazione dell’Esposizione Universale di Milano. All’Expo, da venerdì 1 a domenica 31 maggio 2015, il ristorante della Puglia, nel Padiglione Eataly, sarà affidato a Peppe Zullo che ha annunciato: “I numeri di questo evento planetario saranno da capogiro, ma la mia missione resta quella di coniugare la quantità alla qualità”.

I NUMERI DI PEPPE ZULLO A EXPO. Secondo le stime più accreditate, il quartiere Expo sarà visitato da una media di 170mila persone al giorno. Il Padiglione Eataly, con i 20 ristoranti regionali, produrrà 10mila coperti giornalieri. “Questo significa – ha spiegato Peppe Zullo – che io e il mio staff, quotidianamente, dovremo preparare e servire non meno di 500 piatti al giorno”.

I CINQUE PIATTI “TOP” DEL CUOCO-CONTADINO. Il cuoco di Villa Jamele è abituato ai grandi numeri. Da circa 30 anni, le sue tenute ospitano eventi, matrimoni e convegni. A Milano, per una platea proveniente dai cinque continenti, ogni giorno Peppe Zullo e i suoi collaboratori offriranno agli ospiti del ristorante pugliese cinque piatti che racchiudono gli elementi, gli ingredienti e la tradizione della cucina made in Puglia.

LA PUGLIA DI FRONTE AL MONDO. “Stiamo lavorando da più di un anno a questo avvenimento storico – ha dichiarato il cuoco orsarese – . Tutto dovrà essere perfetto e, certamente, ci sarà da lavorare tantissimo. A sorreggerci c’è l’entusiasmo e l’onore di rappresentare il brand Puglia di fronte agli occhi del mondo”. Da maggio a ottobre, si prevede che saranno non meno di 20milioni i visitatori italiani e circa 10milioni quelli stranieri che si recheranno all’Esposizione Universale di Milano.

DALL’ORTO DI VILLA JAMELE ALL’EXPO. Il cammino del cuoco-contadino verso l’Expo ha avuto inizio molti anni fa e ha trovato un punto di svolta nella realizzazione dell’orto di Villa Jamele, che rappresenta gli orti di Puglia. E’ proprio davanti a quella distesa di colture che il cerimoniere del “simple food for intelligent people” ha accolto, in tutti questi anni, migliaia di persone attente all’autenticità e alla salubrità del cibo vero, quello che va dalla terra alla tavola. Chi è Peppe Zullo? Secondo Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, è un “cuoco-contadino che ha saputo restituire alla sua terra l’orgoglio che merita”. Per Oscar Farinetti, ideatore di Eataly, si tratta di uno dei migliori ambasciatori dell’eccellenza pugliese nel mondo. Sono moltissimi i testimoni del percorso intrapreso negli ultimi 30 anni da questo straordinario interprete della cucina italiana. Lo studio e la cura su qualità e tracciabilità delle materie prime, la riscoperta dei valori più autentici della tradizione mediterranea e il cibo come elemento della felicità, insieme, sono la strada maestra sulla quale il cuoco del “simple food for intelligent people” continua a produrre sogni e realtà nel segno del gusto. L’azienda agricola di Peppe Zullo, il suo ristorante, Villa Jamele e la scuola di cucina sono i frutti più appetitosi e maturi di una storia in continua evoluzione.

 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie