English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Libri da scaricare:la rivoluzione della scuola pubblica

27 Giu 2008 | Nessun Commento | 6.019 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

scuola

 Piccola e grande novità nel mondo della scuola, piccola e grande rivoluzione che potrebbe rovesciare un sistema obsoleto e ormai fin troppo dominato dal lucro e dalla speculazione: la scuola ed i libri scolastici. Viene dalla Liguria questa piccola-grande innovazione, la regione con una innovativa quanto coraggiosa legge regionale diventa capofila in Italia per un progetto molto ambizioso. Il Piano regionale per il diritto allo studio del sistema scolastico e formativo per gli anni 2008-2010 approvato ieri all’unanimità prevede, infatti, per gli studenti delle scuole dell’obbligo la possibilità di scaricare gratuitamente dal Web i libri di testo.
Una scelta che incide sulla la vita degli studenti (e dei genitori) in due modi: primo, gli studenti potranno evitare spaccarsi la schiena trasformandosi in emuli del sommo Leopardi, portando con sé vagonate di libri molto pesanti, soprattutto se costretti a muoversi in autobus o a piedi; secondo, i genitori potranno scegliere di non acquistare alcuni libri troppo costosi, decidendo invece di scaricarli, potendo così arrivare fino a fine mese in maniera un pò più dignitosa di come non accada adesso.
“L’auspicio – ha spiegato il consigliere regionale Roberta Gasco (Udeur), promotore dell’iniziativa – è che l’esempio della Liguria possa essere seguito al più presto anche da altre regioni. Sono convinta che attraverso la piattaforma elettronica contenuta nel sito della Regione, e su cui si potranno trovare e scaricare gratuitamente i vari libri di testo redatti dallo stesso ente, si riuscirà a porre rimedio a una situazione che era ormai diventata insostenibile per le famiglie, come il costante aumento dei libri scolastici. Gli studenti, inoltre, potranno scaricare e stampare singolarmente i capitoli delle relative dispense“.
scuola-studenti.jpg Ora però si rende necessario  un altro sforzo da parte dell’amministrazione pubblica, se davvero si vuole giungere ad un risultato rivoluzionario devono adeguare le strutture pubbliche alla svolta elettronica, altrimenti saranno legittimi i dubbi di alcuni che già adesso storcono il naso: i libri a disposizione degli studenti saranno tutti, oppure saranno solo alcuni?; non è che poi scaricando e stampando su carta capitolo dopo capitolo, comunque si spendono soldi e si creano danni per l’ambiente (pur ammettendo che il risparmio economico sarebbe moltissimo rispetto a un libro acquistato in libreria)?; come reagiranno i librai, sempre pronti a dichiarare lo stato di crisi? quanti alunni potranno permettersi di andare a scuola col portatile?
In ogni caso si tratta di una piccola svolta, ma non per il fatto che si scarichino i libri da internet, ma perché finalmente qualcuno si interessa alla scuola pubblica.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie