English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
L’arte di fama internazionale trova dimora al TEFAF New York Fall

18 Ott 2016 | Nessun Commento | 567 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

t5TEFAF New York Fall, l’edizione inaugurale della fiera d’arte e antiquariato di fama internazionale, ha annunciato il programma culturale definitivo di TEFAF New York Fall e TEFAF Week, previste dal 21 al 26 ottobre 2016.

TEFAF New York Fall è il fiore all’occhiello della TEFAF WEEK di New York, una settimana ricca di simposi, seminari ed eventi legati all’arte che avranno luogo in contemporanea alla fiera ospitata all’Armory. “TEFAF è lieta di presentare questi programmi stellari” ha dichiarato Michael Plummer, managing director di TEFAF New York, “che mettono l’arte antica in una diversa prospettiva, ridefinendo la sua importanza nei nostri giorni”.

Luke Syson, curatore della sezione del Metropolitan Museum of Art dedicata a scultura europea e arti decorative, inaugurerà la settimana con un discorso di apertura che si terrà giovedì 20 ottobre all’Istituto Francese Alliance Francaise, nella Florence Gould Hall. Il suo discorso inaugurale per TEFAF New York si intitola “Hugging Zombies: how the Met has been collecting art that’s out of fashion and why you should, too” (Abbracciando gli zombie: ecco in che modo il Met colleziona arte fuori moda, e perché dovreste farlo anche voi)– un estratto del suo famosissimo intervento nell’ambito delle Ted Talks, che ha raccolto oltre 1,1 milione di visualizzazioni.

Inoltre, durante la fiera avrà luogo la presentazione dedicata al maestro del Secolo d’Oro olandese Hercules Segers, ad opera del Rijksmuseum, ospitata al nuovo secondo piano della Park Avenue Armory. La presentazione del Rijksmuseum, che include una video installazione multimediale, sarà visitabile lungo tutta la durata di TEFAF New York Fall, dal 22 al 26 ottobre 2016 alla Park Avenue Armory.

 

IL PROGRAMMA

Giovedì 20 ottobre

DISCORSO DI APERTURA: “Abbracciando gli zombie: ecco in che modo il Mett1 colleziona arte fuori moda, e perché dovreste farlo anche voi)” Parla: Luke Syson, curatore Capo della Sezione di Scultura europea e Arti decorative al Metropolitan Museum of Art

19:00-20:00 Istituto Francese Alliance Francaise – Florence Gould Hall

22 E 60th St, New York, NY 10022

Mercanti d’arte e curatori hanno l’abitudine di definire un’opera d’arte “importante” senza specificare davvero il perché. Il Met acquista arredi europei, sculture e arti decorative non solo perché le opere testimoniano l’epoca in cui sono state realizzate (benché sia uno dei motivi più rilevanti) ma anche perché hanno qualcosa da dire persino oggi. Per un oggetto d’arte, essere contemporaneo non significa essere recente.

Il discorso di apertura è aperto a tutti e a ingresso libero. Dato lo spazio limitato, si consiglia vivamente la prenotazione dei posti, che si può effettuare su www.tefaf.com/tefafweek.

 

TEFAF COFFEE TALKS 22-26 ottobre, tutti i giorni dalle 10:30 alle 11:30, Empire Restaurant, Board of Officers Room, Park Avenue Armory

Le TEFAF Coffee Talks sono incluse nel biglietto della Fiera. Dato lo spazio limitato, si consiglia vivamente la prenotazione dei posti su www.tefaf.com/tefafweek.

 

Sabato 22 ottobre

tToday’s Museum Directors Talk about the Museum of Tomorrow: Collections, Buildings, Outreach (I direttori dei musei di oggi parlano del museo di domani: collezioni, edifici, raggio d’azione)

Come può la nuova, attuale generazione di direttori di museo adattare le istituzioni di cui è a capo a un contesto in così veloce mutamento, sostenendo al tempo stesso la missione di espandere e arricchire di importanza le collezioni? Quattro eminenti direttori, provenienti da Stati uniti ed Europa, con un passato da curatori di collezione, discutono come rendere le collezioni accattivanti per il pubblico, come progettare degli edifici che implementino l’esperienza museale, e l’importanza delle piattaforme digitali per espandere il proprio raggio d’azione, raggiungendo specifiche città e comunità.

Intervengono: Julia Marciari-Alexander, Direttrice del Walters Art Museum; Colin Bailey, Direttore del Morgan Library & Museum; Tom Loughman, Direttore del Wadsworth Atheneum; Salvador Salort-Pons, Direttore del Detroit Institute of Art

Moderatore: Carrie Barratt, Vicedirettice del reparto Collezioni e Amministrazione del Metropolitan Museum of Art

 

Domenica 23 ottobre

A New Normal for Collecting Antiquities in a Post-Loot Culture (Un nuovo t2standard per il collezionismo di antiquariato, dopo le razzie che l’hanno interessato in passato)

Nel mondo dell’arte, pochi argomenti sono più controversi del commercio di antiquariato.  Antiquari, musei e collezionisti sembrano aver adattato il loro operato alle rigide linee guida vigenti – e il grande pubblico sembra aver modificato a sua volta aspettative e preconcetti – eppure di tanto in tanto continuano a circolare pericolose voci di corridoio e storie confermate. Il mercato ha bisogno di ulteriori cambiamenti per essere davvero regolato? Cos’altro devono fare i musei per dimostrare la legittimità delle loro collezioni? Come appare, in questo contesto, il futuro del collezionismo?

Intervengono: Gary Vikan (ex direttore del Walters Art Museum); Randall Hixenbaugh, Direttore dell’Hixenbaugh Ancient Art; Michael McCullough, Partner di Pearlstein McCullough & Lederman; Edward LaPuma, collezionista

Moderatore: Thomas Marks, giornalista di Apollo Magazine

 

Lunedì 24 ottobre

t4Collecting the “Not New”: What does it mean to collect art from a time and place not your own? (Collezionare il “non nuovo”: che significa collezionare l’arte di un periodo a cui non apparteniamo?)

Collezionare arte antica richiede conoscenze speciali o uno slancio di immaginazione – o addirittura entrambe? I partecipanti discuteranno la loro relazione con l’arte di altre epoche, il motivo per cui la amano e perché dovrebbe essere importante anche per noi.

Intervengono: Jorge Coll, CEO di Colnaghi; Eric M. Lee, Direttore del Kimbell Art Museum; Griffith Mann, Curatore del Dipartimento di Arte medievale del Cloisters Metropolitan Museum of Art, Candace Beinecke, collezionista e membro del consiglio di amministrazione del Metropolitan Museum of Art

Moderatore: Frances Beatty, Presidente della Richard L. Feigen Gallery

 

Martedì 25 ottobre

Global Art Networks: Digital versus Physical (Reti d’arte globali: Digitale contro Fisico)

L’assetto globale del mondo dell’arte è stato spinto in avanti molto rapidamente dalla facilità e velocità con cui le immagini arrivano in tutto il globo. La fotografia ad alta risoluzione, che si può ingrandire con un click, sta trasformando le interazioni tra collezionisti, accademici e mercanti d’arte. Oggi i musei si rivolgono anche a un pubblico che non è fisicamente in grado di visitare i loro spazi. Al tempo stesso, i rapporti personali e l’aura emanata dal vivo da un oggetto prezioso sono più importanti di sempre. Una tavola rotonda internazionale esaminerà questa apparente contraddizione fornendo punti di vista opposti.

Intervengono: Wallace Chan, artista del gioiello; Carrie Barratt, Vicedirettrice del Metropolitan Museum of Art; Dino Tomasso, Tomasso Brothers Fine Art; Rob Weisberg, CEO di Invaluable

Moderatore: Marion Maneker, editore di Art Market Monitor

 

Mercoledì 26 ottobre

“The art is at least twice my age”: Life in the Art Market Under 40 (“L’arte ha almeno il doppio della mia età”: la vita nel mercato dell’arte under 40)

Un famoso meme del momento suggerisce falsamente che nessuno al di sotto dei 65 anni si interessi di collezionismo d’arte antica. Tre importanti collezionisti ed esperti di aste sotto i 40 anni smentiscono questa supposizione attraverso la loro contro-narrativa.

Intervengono: Fabrizio Moretti, Presidente della Moretti Gallery; Patrick Williams, Direttore di Adam Williams Fine Art; Jonquil O’Reilly, Specialista di dipinti di Antichi Maestri e Vicepresidente Associato di Sotheby’s

Moderatore: Andrea Bayer, Curatore del Dipartimento di Pittura europea del Metropolitan Museum of Art

 

Rijksmuseum a TEFAF New York Fall: L’opera di Hercules Segers

TEFAF New York Fall ospiterà una mostra del Rijksmuseum che esplora il lavoro di t3Hercules Segers, uno degli artisti più misteriosi e sperimentali del Secolo d’Oro olandese. La presentazione è pensata come uno sguardo alla scoperta della prima retrospettiva completa del lavoro di Hercules Segers, al momento esposta al Rijksmuseum di Amsterdam. Conosciuto per i suoi particolari e splendidi panorami di montagna e le prospettive infinite, Segers annoverava tra i suoi ammiratori Rembrandt, che possedeva almeno suoi otto dipinti e una delle sue acqueforti su rame. Come è noto, Rembrandt ha rielaborato l’opera di Seger Tobia e l’Angelo, datata 1652 circa, trasformando il soggetto ne La Fuga in Egitto. Il Rijksmuseum è fiero di presentare la straordinaria stampa di Rembrandt a TEFAF New York Fall, parte della più ampia retrospettiva esposta al Rijksmuseum fino all’8 gennaio 2017, che raggiungerà poi il Metropolitan Museum of Art dal 13 febbraio al 21 maggio 2017.

La presentazione del Rijksmuseum a TEFAF New York Fall includerà inoltre una video installazione di Christian Borstlap, dello studio creativo di Amsterdam Part of a Bigger Plan. Realizzata insieme al famoso scrittore John Malkovich, sarà caratterizzata da un’animazione ispirata al lavoro di Hercules Segers, e fungerà da introduzione alla mostra.

La collezione completa del Rijksmuseum in Olanda costituisce un viaggio attraverso l’arte e la storia olandese dal Medioevo al XX secolo.

 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie