English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
La tentazione dell’Asia. Dal 12 maggio al Castello Svevo di Bari le foto di Paolo Longo

11 Mag 2014 | Nessun Commento | 1.356 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

asia1
“Da quando ho scoperto la fotografia non ho mai smesso di fotografare. Ogni volta per me è un grande piacere”. Lo ha raccontato Paolo Longo, ex corrispondete della Rai dall’estremo Oriente, presentando ai giornalisti la sua mostra di fotografie che si aprirà nel Castello Svevo di Bari il 12 maggio. La mostra è stata organizzata dalla Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Puglia e dalla Sovrintendenza per i Beni Architettonici e paesaggistici di Bari.

L’esposizione si intitola “La tentazione dell’Asia“, inversione concettuale del titolo di un libro dello scrittore indiano Pankaji Mishra (La tentazione dell’occidente). Resterà aperta fino al 4 luglio. Paolo Longo, volto noto ai telespettatori, nato a Monopoli (Bari), ma cittadino del mondo per il suo peregrinare tra New York, Gerusalemme e Pechino, ha voluto raccogliere nella mostra 86 fotografie di grande formato, scattate in 30 anni di viaggi e lavoro in Asia, prima da inviato quando lavorava al Giornale Radio da Roma e poi da corrispondente in Medio Oriente e in Cina.

Cinque le sezioni principali: Yemen, Afghanistan, Cina, Tibet, Giappone e foto ‘sparsè di altri paesi come l’India, la Corea del Nord, le Filippine, la Cambogia. Particolare attenzione, ovviamente, alla Cina dove Longo ha vissuto negli ultimi 10 anni.

Sono, quelle di Paolo Longo, fotografie “che parlano”: ogni scatto è un racconto che rimanda ad altre storie e ad altri racconti. Nella selezione l’autore ha eliminato “tutto quello che poteva essere strettamente legato alla cronaca e tutto quello che faceva ‘esoticò”.

“Quando ho cominciato a fotografare – ha raccontato Longo nella prima tappa della sua mostra – ho sperimentato di tutto, ho vagato da un lato all’altro dello spettro della fotografia, sono entrato in punta di piedi nei grandi filoni, Henri Cartier Bresson, Luigi Ghirri, Robert Franck, August Sander, i nudi, il bianco nero, il colore, ma ho scoperto subito che mi piaceva soprattutto essere un cronista, raccontare storie attraverso le immagini, proprio come racconto storie per la radio o la televisione”.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie