English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
La nuova Inter ricomincia da Mourinho

3 Giu 2008 | Nessun Commento | 2.429 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

mourinho&mancini

 Finito il campionato e si tirano le somme, da una parte i vincitori che cavalcano l’onda dell’entusiasmo, dall’altra gli sconfitti, che però come al solito sono contenti a metà, il copione si ripete sino alla nausea da un pò di anni a questa parte. Ovviamente la vincitrice assoluta ( tale viene descritta costantemente) è l’Inter di Moratti, che si prefissa ogni stagione dei grandi traguardi, ma che puntualmente delude i propri tifosi “accontentandoli” di un trofeo forse meno importante.Dal canto suo, la Roma di Spalletti tiene duro, e con la tenacia degli umili cerca di colmare delle lacune fin troppo evidenti in alcuni reparti, riuscendo a conquistare straordinariamente per due volte consecutive la coppa Italia.
Il paragone tra le due può essere accostato alle differenze di prestazioni che la Ducati di Stoner di un anno fa riusciva a infliggere alla Yamaha del povero Valentino Rossi, impotente e consapevole che qualsiasi magia avesse sfoderato nel tracciato, sarebbe stata vanificata nei rettilinei dal poderoso motore Desmo 16 della casa di Borgo Panigale, inghiottendo polvere a ogni sorpasso.
In questo caso, trasfigurando i soggetti, possiamo immaginare il motore Ducati come il portafoglio del presidente Moratti, anch’esso prestante.
A tal proposito, la faccenda che ogni amante del calcio non riesce a buttar giù è: perchè dobbiamo sperare invano che una piccola squadra come il Bari, Modena o Lecce o chi per essa non possa riuscire un giorno a diventare la Cenerentola del calcio italiano?”
Ciò che ci balza subito alla memoria sono le miracolose imprese della neopromossa Chievo, una piccola borgata di Verona che appena promossa in A riuscì qualche anno fa a tener testa alle grandi corazzate inaffondabili, un esempio lampante che molto spesso la coesione del gruppo supera i limiti imposti dalla qualità tecnica, come successe ai mondiali con l’Italia tanto per intenderci, non la migliore squadra a mio avviso, ma senz’altro la più compatta nel nucleo.
Il concetto di fondo del discorso è questo: se nel calcio o in qualsiasi manifestazione sportiva, una società immette illimitatamente denaro sul mercato, investendo a più non posso fondi di inimmaginabile entità obbliga conseguentemente le altre che sono in competizione a ridurre il gap qualitativo, tagliando di netto le compagini che non hanno denaro a sufficienza e che purtroppo non attingeranno mai dai proventi elargiti dalle televisioni, con una inevitabile disparità.
Se prendiamo in esame il modello dell’ NBA tutto ciò non può accadere, si impongono dei tetti massimi tali da non poterli superare, e in questo modo si dà la possibilià a chiunque di poter lottare ad armi pari senza che lo spettacolo venga inficiato, in questo modo si potrebbero sondare addirittura le capacità amministrative e di gestione da parte di tutti i presidenti.

Massimo Moratti
Ritornando alla nostra dimensione, nonostante l’Inter di Mancini abbia sfamato la esigua bacheca di via Durini in questi ultimi 4 anni, in cui il tecnico jesino ha dimostrato di non essere l’ultimo della classe, o perlomeno l’ultimo dei dieci allenatori della gestione Moratti, quest’ultimo ha pensato bene di sbarazzarsene nonostante il”Mancio” avesse ancora 4 anni di contratto davanti a se, staccando un mirabolante assegno di liquidazione di ben 24 milioni, uno schiaffo morale alla gente per bene a cui, per guadagnare quella cifra non basterebbero 50 vite!
Dopo aver preso l’aereo in direzione Parigi, il presidente dal portafoglio “in anestesia totale perenne” ha incontrato nella capitale francese, in un clima disteso ed informale, il nuovo candidato alla panchina dell’Inter, Jose Mourinho, discutendo davanti a un buon caffè dei dettagli economici, si è trattato su un accordo di tre anni a una cifra annuale incognita per il momento, tuttavia il nuovo tecnico dei nerazzurri verrà presentato questa mattina alle 11:30 e ha già dichiarato di voler rivoluzionare la squadra con innesti del calibro di John Terry o Lampard, più i suoi più stretti collaboratori ovviamente.
Davanti a tutto ciò è inevitabile chiedersi da dove attingano le casse della società del petroliere milanese tali da potesrsi permettere simili scialacquature, ebbene la risposta non è quella che ognuno si darebbe, pensando che gli investimenti vadano a gravare sulle nostre tasche a causa dell’aumento del gasolio ai distributori: difattti il petrolio è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni del 20% benché il rapporto prezzo al barile dollaro/euro sia rimasto sempre lo stesso, per cui non si può attribuire a Moratti la colpa di ciò.
Insomma, il presidente ci ha abitutati a delle grandi spese di dimensioni mondiali dal suo insediamento al vertice della società, sperperando milioni e milioni di euro a destra e a manca, o meglio a “Mancio”, è per di più la sua squadra ha purtroppo fallito in molte manifestazioni sportive, per cui noi di Lsd gli auguriamo un futuro migliore, un ritorno ai vecchi fasti dell’epoca Herrera (il quale riuscì a conquistare due coppe campioni e tanto altro) , ma anche una forte presa di coscienza, magari rendendosi conto che migliorando la società in fondo si migliora la squadra e il rapporto con i giocatori, tenendo bene in mente il modello Chievo e perchè no, anche quello della Juventus di qualche anno fa.

Qui  di seguito sono riportati tutti gli  allenatori della gestione Moratti a partire dal 1995:

1994-95 – Ottavio Bianchi
1995 – Luis Suarez
1995-97 – Roy Hodgson
1997 – Luciano Castellini
1997-98 – Luigi Simoni
1999 – Mircea Lucescu
1999 – Luciano Castellini
1999 – Roy Hodgson
1999-01 – Marcello Lippi
2001 – Marco Tardelli
2001-03 – Héctor Raul Cúper
2003-04 – Alberto Zaccheroni
2004-oggi – Roberto Mancini

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie