English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
La Fondazione Petruzzelli presenta la Stagione 2014 tra sinfonica, opere liriche e balletti

24 Set 2013 | Nessun Commento | 2.020 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

elettra90
Sette opere liriche, due balletti e quattordici concerti di sinfonica, questi i numeri della Stagione 2014 della “Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari”.
Un programma ampio e di altissima qualità che si inaugura venerdì 31 gennaio con l’Elektra, tragedia di Richard Strauss, diretta da Jonathan Nott, con la regia di Gianni Amelio. Una produzione targata Fondazione Teatro Petruzzelli, così come l’opera lirica Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, diretta da Paolo Carignani e Giuseppe La Malfa, con la regia di Marco Bellocchio e Il cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota, che rappresenta anche la seconda tappa del progetto “Opera Nuova”, il cui scopo è valorizzare nuovi talenti coinvolgendo cantanti sotto i trent’anni, selezionati in base ad una “call for proposals” e ad audizioni. Accanto a questi nuovi allestimenti, verranno messi in scena La Traviata di Giuseppe Verdi, diretta da Daniele Rustioni, con la regia di Ferzan Özpetek, Il trittico – Il Tabarro, Suor Angelica, Gianni Schicchi – di Giacomo Puccini, diretto dal maestro Rustioni, con la regia di Damiano Michieletto. L’opera lirica Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, produzione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e Grand Théâtre de Genève, sarà diretta da Roberto Abbado, con la regia di Graham Vick, mentre Il Flauto magico, produzione del Festival International d’Art Lyrique d’Aix-en-Provence sarà diretto da Roland Böer, regia di William Kentridge.
Per i balletti, alla Giselle di Adolphe-Charles Adam, della National Academic Bolshoi Opera and Ballet Theatre of the Republic of Belarus, seguiranno i Carmina Burana di Shen Wei.
Il concerto d’inaugurazione della Stagione Sinfonica sarà affidato al direttore Rustioni, che si riallaccia al sinfonismo tedesco e russo della stagione 2013 con Aleksandr Nevskij e Shéhérazade; in altre due occasioni lo stesso Rustioni dirigerà il baritono Paolo Bordogna e la violinista Aleva Baeva. Il direttore Daniel Coehn successivamente guiderà il clarinetto Michele Naglieri e Jader Bignamini dirigerà Giovanni Sollima in Violoncelles, vibrez!. Sulle note del violino di Alena Baeva, lo scrittore Gianrico Carofiglio reciterà insieme ad uno dei principali compositori viventi: Fabio Vacchi, in Né qui né altrove. Questa seconda stagione dell’attuale formazione sinfonica affronta anche l’opera di Mahler, in particolare la Quarta sinfonia che, come ha sottolineato il direttore Rustioni, rappresenta una composizione autonoma e completa, senza bisogno di interferenze esterne; in questa occasione il maestro John Axelrod dirigerà il soprano Valentina Farcas. L’italiano Gaetano d’Espinosa dirigerà un concerto tutto tedesco, una perla rara: Johannes Brahms e Alban Berg. Il mese di giugno sarà dedicato ad una trilogia americana, che vedrà come protagoniste la musica classica, il jazz e la musica contemporanea, diretta da Jonathan Stockhammer, Carlo Tenan e Paolo Silvestri. Il pianista pugliese Benedetto Lupo sarà diretto da Juraj Valčuha. La chiusura della stagione sarà del tutto classica, con il pianista e direttore Alexander Lonquich, che eseguirà una “serata Mozart”, il direttore Rinaldo Alessandrini, con il capolavoro Il Messia di Händel ed, in chiusura, il Concerto Straordinario dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Sir Antonio Pappano e Yuja Wang al pianoforte.
Continueranno, inoltre, le “Lezioni d’Opera”, le conversazioni di approfondimento e di confronto, che si terranno la domenica mattina a cura di Giovanni Bietti.
Il teatro, insomma, continua a crescere e a dimostrare grandi potenzialità, ma, al momento, in mancanza di certezze sui finanziamenti, ha difficoltà ad impegnarsi in nuovi progetti o ad assumersi ulteriori responsabilità. La possibilità di trovare nuovi sponsor privati, infatti, risulta ad oggi ancora molto complessa, poiché il teatro resta commissariato e di conseguenza massimizzare i proventi privati è piuttosto difficile.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie